Edizione speciale per i 70 anni del Cucchiaio d’argento. Bordone, ad di Editoriale Domus: stimata flessione dei ricavi 2020 del 15%

Tradotto in tutto il mondo, Cina compresa, è uno dei libri sulla cucina italiana di maggior successo, e da domani Il Cucchiaio d’argento è in libreria con un’edizione speciale per i 70 anni del ricettario ideato da Gianni Mazzocchi, fondatore dell’Editoriale Domus, nel 1950.Questa undicesima edizione presenta in 1.320 pagine 2mila ricette, di cui 210 inedite, suddivise in 15 sezioni tematiche accompagnate ciascuna da tre suggerimenti di abbinamento vini e arricchite da 280 fotografie.

Sofia Bordone

“Il Cucchiaio d’argento esce quando sentiamo la necessità di rivederlo o d’introdurre nuove abitudini di cucina. E questo ci sembrava un momento interessante per farlo, visto il forte interesse per il food degli ultimi mesi testimoniato anche dal grande incremento di pagine viste e utenti sul sito Cucchiaio.it: da inizio anno rispettivamente +80%, per un totale di 25 milioni di pagine viste, e +70% di browser unici, saliti a 8 milioni”, spiega l’amministratore delegato dell’Editoriale Domus Sofia Bordone, che di Gianni Mazzocchi è la nipote. “Con Tatjana Pauli, direttore del Cucchiaio d’argento Libri, abbiamo completamente rivisto la grafica, le sezioni, la trattazione e l’aggregazione delle ricette per un’edizione da collezionare, che s’inserisce nel sistema del brand: oltre 120 titoli sviluppati negli anni tra monografie e collane tematiche, tra cui la collana di grande successo sull’alimentazione dei bambini ‘Il Cucchiaino d’argento’”.

Per Bordone la presentazione del nuovo ‘Il Cucchiaio d’argento’ è stata l’occasione per fare il punto sull’andamento di Editoriale Domus dopo i difficili mesi dell’emergenza sanitaria per il Covid-19, che l’azienda ha affrontato attrezzandosi a marzo nel giro di una decina di giorni per far lavorare da remoto l’80% dei circa 300 dipendenti, poi gradualmente tornati al lavoro in azienda fino all’attuale 60%.
“Al momento, ipotizzando un mantenimento dell’attuale situazione, stimiamo di chiudere l’anno con una flessione dei ricavi del 15%”, anticipa l’amministratore delegato. “I mesi più duri sono stati aprile, maggio e giugno, con un calo delle entrate pubblicitarie che ha toccato punte del 30%, soprattutto sulla carta, mentre le diffusioni hanno tenuto. Gli eventi, per noi numerosi e importanti, che portavano centinaia di migliaia di euro di ricavi pubblicitari, hanno registrato una diminuizione del 60-70%. Da luglio la raccolta è allineata a quella dello scorso anno, quindi complessivamente per il 2020 stimiamo un calo dei ricavi pubblicitari del 25%. Un’attività che invece non ha subito contraccolpi è l’area Professional, che chiuderà addirittura con un incremento dei ricavi”.

Tatjana Pauli

L’operatività ha sempre funzionato bene, sottolinea Bordone: “Non ci siamo mai fermati e tutti assieme abbiamo trovato rapidamente un nuovo modo di comunicare in una situazione inaspettata. È stato però necessario agire sui costi, a partire da quelli del lavoro: dirigenti e direttori si sono ridotti del 15% la retribuzione, poi abbiamo chiesto la Cassa Covid per tutti i dipendenti e, per i grafici editoriali, la cassa straordinaria per 18 mesi per garantire l’accesso ai prepensionamenti per 37 persone”.

Buone naturalmente le performance digitali in tutte le aree in cui Editoriale Domus è presente: automotive (Quattroruote ha fatto il suo record a marzo), architettura e design (ottimo l’andamento di Domus in aprile), il food, il turismo.
Sul futuro Sofia Bordone non si sbilancia: “Dobbiamo prendere atto che ormai certe modalità di business e di comunicaizione sono cambiate”. Ma assicura: “La strategia dell’azienda rimane la stessa: continueremo a fare azioni spinte sui brand che possono creare sistema e sull’area Professional, anche con un progetto d’internazionalizzazione”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

SportLab, il 29 ottobre un convegno online sul futuro dell’industria dello sport per festeggiare i 75 anni di Stadio e Tuttosport

SportLab, il 29 ottobre un convegno online sul futuro dell’industria dello sport per festeggiare i 75 anni di Stadio e Tuttosport

Usa: i ceo di Facebook, Twitter e Google testimoniano in Senato

Usa: i ceo di Facebook, Twitter e Google testimoniano in Senato

TOP 100 SITI DI INFORMAZIONE – Audiweb Week 12-18/10: quotidiani in crescita, primo Corriere, poi TgCom24

TOP 100 SITI DI INFORMAZIONE – Audiweb Week 12-18/10: quotidiani in crescita, primo Corriere, poi TgCom24