Da Cdp sostegno alla 'Clean Oceans Initiative', piattaforma per combattere l’inquinamento degli oceani

Condividi

Cassa Depositi e Prestiti aderisce alla Clean Oceans Initiative, l’iniziativa per proteggere gli oceani dall’inquinamento da materiale plastico, lanciata da BEI, KfW e Agence Française de Développement (AFD).
Con l’obiettivo di finanziare entro il 2023 progetti per 2 miliardi di euro, la Clean Oceans Initiative, spiega una nota stampa, supporta la realizzazione di progetti sulla gestione dei rifiuti solidi, delle acque reflue e delle acque piovane, per ridurre lo scarico in mare di materie plastiche e di altri materiali inquinanti. Il focus geografico è costituito principalmente dai Paesi in via di sviluppo e mercati emergenti in Asia, Africa, e America Latina.
 
“L’adesione di CDP alla Clean Oceans Initiative riafferma il ruolo cruciale degli Istituti nazionali di promozione e delle Banche di Sviluppo per favorire la salvaguardia della biodiversità del nostro Pianeta e creare un sistema economico più resiliente”, ha spiegato l’ad dell’istituto, Fabrizio Palermo.
L’iniziativa valorizza la partnership tra Istituzioni finanziarie di lungo termine e si inquadra all’interno di un framework strategico che vede il Gruppo CDP impegnato a supportare una forte accelerazione verso uno sviluppo più sostenibile e inclusivo, contribuendo al raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.
In questa prospettiva, l’iniziativa incide sull’obiettivo 12 dell’Agenda 2030, che mira a garantire modelli sostenibili di produzione, sull’obiettivo 14, dedicato all’utilizzo durevole degli oceani, dei mari e delle risorse marine e sull’obiettivo 17, volto al rafforzamento di partenariati per lo sviluppo sostenibile.
L’ingresso di CDP, ricorda ancora la nota, è contestuale a quello dell’omologa spagnola Instituto de Crédito Oficial (ICO).