Un gioco online per imparare a riconoscere le fake news. L’università di Cambridge lancia Go Viral!

Mettersi nei panni di un disinformatore professionista, che crea fake news e le diffonde, per comprendere quanto sia tutto sommato facile far diventare virali queste false notizie, saperle identificare e tenersene alla larga. È questo l’obiettivo del gioco Go Viral!, realizzato dall’Università di Cambridge e sostenuto dall’Ufficio di Gabinetto del Regno Unito, al momento disponibile anche in francese e tedesco.

Si tratta di una guida, sotto forma di gioco online, alle tecniche comuni di manipolazione: utilizzare un linguaggio carico di emozioni per alimentare indignazione e paura, schierare falsi esperti per seminare dubbi e scavare su un argomento in cerca di cospirazioni per ottenere i ‘Mi piace’ sui social media.
Il gioco espone le tattiche “infodemiche” più diffuse. I giocatori scoprono come le notizie reali vengono screditate sfruttando falsi medici e rimedi e come vengono promosse false voci come la famigerata cospirazione sul 5G.

“Utilizzando un ambiente simulato per mostrare alle persone come viene prodotta la disinformazione, possiamo demistificarla”, ha spiegato Jon Roozenbeek, co-sviluppatore di Go Viral! e ricercatore presso il Dipartimento di Psicologia di Cambridge. “Il gioco fornisce agli utenti gli strumenti di cui hanno bisogno per distinguere i fatti dalla finzione”.

Go viral! si basa su un altro gioco, Bad News, che è stata riprodotto oltre un milione di volte dal suo lancio nel 2018. I risultati relativi a Bad News, pubblicati su ‘Humanities and social sciences communications’ nel 2019 e poi confermati con un altro studio pubblicato nel 2020 su ‘Journal of Experimental Psychology: Applied’, mostrano che la protezione contro le fake news dopo aver giocato una volta dura almeno tre mesi. Uno studio su ‘American Journal of Tropical Medicine and Hygiene’ rileva che quasi seimila persone in tutto il mondo sono state ricoverate in ospedale solo nei primi tre mesi di quest’anno a causa della disinformazione sul coronavirus, e molte sono morte dopo aver ingerito prodotti per la pulizia.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

TOP 100 INFORMAZIONE ONLINE. Comscore: in ottobre cresce l’audience dei siti di news. In testa Evolution Adv, Ciaopeople e Citynews

TOP 100 INFORMAZIONE ONLINE. Comscore: in ottobre cresce l’audience dei siti di news. In testa Evolution Adv, Ciaopeople e Citynews

A+E Networks Italia e Sky Italia rinnovano la partnership ventennale. Canali e raccolta ancora con il gruppo di Santa Giulia

A+E Networks Italia e Sky Italia rinnovano la partnership ventennale. Canali e raccolta ancora con il gruppo di Santa Giulia

Con 33,2 milioni di euro il governo bavarese sostiene gli European Championships Monaco 2022. Un altro terzo lo metterà la città

Con 33,2 milioni di euro il governo bavarese sostiene gli European Championships Monaco 2022. Un altro terzo lo metterà la città