Verso le Olimpiadi di Tokyo: il Giappone ha organizzato il primo grande evento sportivo dall’inizio della pandemia

La Nippon Budokan Hall, una delle sedi delle Olimpiadi di Tokyo 2020 rinviate all’estate del 2021, ha ospitato il primo grande evento sportivo in Giappone da marzo, ovvero dallo scoppio della pandemia di Covid-19.

Nippon Budokan Hall

L’evento, come riporta Agi, ha visto impegnati più di 500 atleti ed è coinciso anche con la prima competizione che si è tenuta dalla ristrutturazione del famoso palazzetto, una sorta di ‘casa spirituale’ delle arti marziali giapponesi e un luogo ereditato dalle Olimpiadi di Tokyo ‘64. La struttura ospiterà anche le gare olimpiche di judo. Nel frattempo, il governo metropolitano di Tokyo ha annunciato le date di riapertura alle presenza anche di pubblico di due strutture inserite nel masterplan dei Giochi, l’Ariake Tennis Park destinato al tennis e il Tokyo Metropolitan Gymnasium al tennistavolo. L’Ariake Tennis Park aprirà alle federazioni sportive dal 25 ottobre al 2 novembre e dall’8 novembre anche singolarmente. Le federazioni sportive utilizzeranno sia i campi indoor che il centrale Ariake Coliseum mentre il pubblico potrà utilizzare solo i campi indoor. Il Tokyo Metropolitan Gymnasium sarà aperto solo alle federazioni sportive a partire dal 21 dicembre al 31 marzo.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Intervista a Giacomo Lasorella, il presidente di Agcom spiega la ratio e il senso del riassetto organizzativo varato ieri dal Consiglio dell’Autorità

Intervista a Giacomo Lasorella, il presidente di Agcom spiega la ratio e il senso del riassetto organizzativo varato ieri dal Consiglio dell’Autorità

G20 della Cultura a Roma, Franceschini: Cultura mezzo formidabile di dialogo tra popoli

G20 della Cultura a Roma, Franceschini: Cultura mezzo formidabile di dialogo tra popoli

Levi rieletto presidente Aie: La lettura è un’emergenza nazionale. Bene le vendite online ma il mercato sia equo e aperto

Levi rieletto presidente Aie: La lettura è un’emergenza nazionale. Bene le vendite online ma il mercato sia equo e aperto