Moto.it lancia una piattaforma interattiva per presentare i modelli in arrivo sul mercato

Dal 10 al 15 novembre 2020 su Moto.it arriverà un’inedita piattaforma video nella quale i nuovi modelli di moto in arrivo o appena presentati saranno i protagonisti di un originale story telling che prenderà forma nel contesto di un ricchissimo palinsesto fatto di talk, eventi e appuntamenti live e on demand dedicati al presente e al futuro della passione per le due ruote.

Si tratterà di un’inedita piattaforma digitale interattiva, che porterà la firma di Moto.it e rappresenterà il cuore pulsante della quarta edizione del MotoFestival. Sarà fatta di mini-film e di web serie che avranno come protagonisti i modelli in arrivo sul mercato tra la fine di quest’anno e l’inizio del prossimo, raccontati con un inedito story telling visuale e con le parole delle grandi firme di Moto.it.

Tutte le case motociclistiche e i brand di accessori vi hanno già aderito, potendo contare ciascuno sulla propria stanza virtuale, dove i prodotti – che sono stati chiamati Picod (Product is content on demand) – saranno raccontati attraverso dei video, dai quali lo spettatore potrà partire per costruire la sua personalissima esperienza di fruizione, facendosi guidare dalle sue passioni e dai suoi interessi.

Moto.it

La collezione di video on demand sarà poi trasmessa live nel contesto di un ricchissimo palinsesto editoriale che dal 10 al 15 di novembre, da mattina a sera, proporrà agli appassionati una serie di appuntamenti che mescoleranno attualità, passione, novità, approfondimenti, visioni sul futuro e sulla cultura delle due ruote, prove esclusive, interviste a piloti, influencer, personaggi di primo piano del mondo moto e non solo.

Non solo: all’interno della nuova piattaforma una sezione sarà dedicata all’interazione tra gli utenti e le Case, in cui i lettori potranno interagire con le loro aziende di riferimento con domande, dubbi e anche consigli e potranno anche intervenire in diretta nei programmi in palinsesto per interagire con ospiti e giornalisti.

Ci sarà spazio anche per l’intrattenimento con format nuovi o già collaudati e tutto ciò dara vita a un mondo tutto nuovo per godere dei contenuti legati alle due ruote.

Dal 20 ottobre sarà attiva la partnership con Radio Freccia, con tre puntate condotte da Jimmy D in cui saranno ospiti Moreno Pisto, Nico Cereghini e Giovanni Zamagni e poi dal 10 al 15 novembre collegamenti telefonici in diretta dal MotoFestival e news sia on air che sui social dell’emittente radiofonica.

Tante altre novità sono in arrivo che andranno ad arricchire il palinsesto di MotoFestival che sarà sempre aggiorno online e sui social di Moto.it.

“Fin dagli esordi, Moto.it ha sempre saputo reagire agli andamenti del mercato e dell’attualità, rinnovandosi e innovando e MotoFestival MY2021 ne è la conferma e un’ulteriore dimostrazione – afferma Moreno Pisto, brand & content manager di Moto.it e Automoto.it – Per la prima volta siamo riusciti a mettere a disposizione degli utenti, gratuitamente, ‘il primo Netflix delle Moto’, pensato per loro ma anche disegnato sulle esigenze dei brand nostri partner che sempre di più hanno l’esigenza di raccontare i propri prodotti in maniera scalabile e flessibile, parlando la lingua dei motociclisti e dando loro la possibilità di scegliere i contenuti che più li interessano, in un crescendo di interazione e approfondimento. Moto.it con il MotoFestival diventa sempre di più una vera e propria agenzia di produzione, senza mai dimenticare il cuore editoriale che sostiene e amplifica ogni iniziativa”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Al via la nuova campagna tv, radio, digital e out of home di Italiaonline

Al via la nuova campagna tv, radio, digital e out of home di Italiaonline

Corriere dello Sport-Stadio e Tuttosport sono media partner della Milan Games Week

Corriere dello Sport-Stadio e Tuttosport sono media partner della Milan Games Week

Chrome senza cookie di terze parti? I progetti ‘aperti’ di Google in prospettiva 2022

Chrome senza cookie di terze parti? I progetti ‘aperti’ di Google in prospettiva 2022