Giornalista minacciata per un’inchiesta sulla mafia salentina, al via la campagna #IoStoconMarilù

Si apre domani 22 ottobre il processo contro i tre uomini che hanno minacciato la giornalista Marilù Mastrogiovanni a seguito della pubblicazione di una complessa inchiesta investigativa sulla mafia salentina, pubblicata a sua firma sul giornale che ha fondato e che dirige, il Tacco d`Italia con cui ha condotto importanti inchieste. Da allora, Marilù, è stata messa sotto protezione per le gravi minacce subite tanto da dover cambiare casa e città. Nello stesso procedimento, però, Marilù è parte offesa e imputata. Una scelta procedimentale tuttavia, che mette sullo stesso piano vittima e carnefice. E’ quanto scrive Fondazione Pangea in una nota ripresa da Askanews.

Marilù Mastrogiovanni

“La giornalista – afferma Simona Lanzoni, vice presidente di Fondazione Pangea Onlus e coordinatrice della rete antiviolenza Reama – è da 15 anni bersaglio di frasi d`odio, volgari e sessiste veicolate anche attraverso i social e oggetto di una campagna di diffamazione e di intimidazione, in quanto donna che ha fatto sentire la sua presenza nel mondo dell`informazione.
Oggi però la giornalista Marilù Mastrigiovanni non è sola e alla vigilia del processo, abbiamo voluto lanciare la campagna mediatica di informazione e di sensibilizzazione #iostoconMarilù che invitiamo tutte e tutti a rendere virale. Questo per difendere anche il diritto di informazione”, conclude Lanzoni.

Il processo che prenderà il via domani, vedrà al suo fianco oltre a Fondazione Pangea Onlus – Rete Reama, la Consigliera regionale di Parità della regione Puglia, le associazioni nazionali e regionali, l`Udi-Unione donne italiane e Giraffa Onlus, che si costituiranno parte civile. Solidarietà arriva dal centro antiviolenza Renata Fonte di Lecce da sempre vicina a Marilù e alle istanze di legalità del territorio.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Italia digitale: nel 2020 oltre 9 milioni di utenti hanno usato i servizi online della PA per la prima volta

Italia digitale: nel 2020 oltre 9 milioni di utenti hanno usato i servizi online della PA per la prima volta

Entro fine anno il 5g raggiungerà 1 miliardo di persone. Ericcson: in Cina la fetta più grande di abbonati

Entro fine anno il 5g raggiungerà 1 miliardo di persone. Ericcson: in Cina la fetta più grande di abbonati

Top 20 influencer Instagram e TikTok: Michele Morrone e i Ferragnez sul podio di Instagram. Vacchi, i Madtrinity e gli Urban Theory dominano su TikTok

Top 20 influencer Instagram e TikTok: Michele Morrone e i Ferragnez sul podio di Instagram. Vacchi, i Madtrinity e gli Urban Theory dominano su TikTok