Havas contiene la flessione dei ricavi (10,6% nei nove mesi). Havas Media vince l’Islanda

Effetto corona virus e terzo trimestre migliorativo delle performance complessive dell’anno anche per Havas Group, controllata Vivendi. Nei primi nove mesi del 2020 l’azienda pubblicitaria guidata da Yannick Bollorè ha fatto registrare ricavi a quota 1,5 miliardi di euro, in calo del 10,6% rispetto a un anno fa. I ricavi netti, in particolare, si sono fermati a quota 1,4 miliardi di euro, con un saldo negativo del -8,8%, mentre in termini di crescita organica i numeri indicano -10,9%.

Yannick Bollorè

Sul bilancio complessivo hanno avuto un impatto negativo dello 0,2% i tassi di cambio, mentre le acquisizioni hanno contribuito per un +2,3%. Rispetto al secondo trimestre, in tutte le regioni si è registrato un miglioramento delle performance nel trimestre. In Europa, in particolare, con andamenti diversi tra Paese e Paese, i risultati di business sono stati migliori sia in ambito creativo che in ambito media. Da registrare, tra le altre cose, l’acquisizione di Promote Iceland, l’ente del turismo islandese, come cliente di Havas Media Group. L’agenzia curerà le attività dell’ente di promozione dell’Islanda in Nord America ed EMEA per i prossimi tre anni.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Pescanova si affida ad Havas Media Group

Pescanova si affida ad Havas Media Group

Una cuccia contro l’abbandono, con Poldo Dog Couture

Una cuccia contro l’abbandono, con Poldo Dog Couture

Sky Media spinge sulla profilazione: arrivano il Programmatic in TV e l’On Demand data driven

Sky Media spinge sulla profilazione: arrivano il Programmatic in TV e l’On Demand data driven