Il Foglio rende merito ad Angela Merkel e pubblica il suo autorevole appello: “Lezione alla classe dirigente italiana”

Il Foglio ieri ha dedicato un quartino che avvolge il giornale all’appello autorevole della cancelliera Angela Merkel. “Le parole di Angela Merkel al popolo tedesco, pubblicate meritoriamente dal Foglio in prima pagina, dovrebbero essere di lezione alla classe dirigente italiana”, scrive oggi  Marco Bentivogli. sulla testata diretta da Claudio Cerasa.

L’appello di Angela Merkel 

La pandemia si diffonde nuovamente in modo rapido, anche più velocemente rispetto all ‘inizio, oltre sei mesi fa. L ‘estate relativa mente rilassata è finita, ora
ci attendono mesi difficili. Si deciderà nei prossimi giorni, nelle prossime settimane, come sarà il nostro inverno, come sarà il nostro Natale. Lo decideremo noi tutti, con le nostre azioni. Vorrei dirvi che cosa significa, a mio parere. Ora dobbiamo fare di tutto affinché il virus non si diffonda in modo incontrollabile. Ogni giorno è prezioso. Per questo motivo tutti i contatti di ciascuna persona contagiata devono essere informati per spezzare le catene dei contagi. Le autorità sanitarie stanno lavorando in modo eccellente. Ma nel caso in cui il numero dei contagi diventasse troppo alto, non riusciremmo più a gestirli. Che cosa può fare ciascuno di noi per far scendere nuovamente i numeri? Moltissimo. Per lo più, in modo molto semplice, mantenendo sempre la distanza minima di sicurezza, indossando dispositivi di protezione delle vie respiratorie, e rispettando le regole igienico-sanitarie. Ma ora dobbiamo fare un ulteriore passo. La scienza ce lo dice chiaramente. La diffusione del virus dipende direttamente dal numero di contatti, dagli incontri di ognuno di noi. Se ciascuno di noi ora riduce significativamente gli incontri al di fuori della famiglia per un po ‘ di tempo, allora si può riu scire a fermare e a invertire la tendenza all ‘aumento dei contagi. L ‘appello che rivolgo a voi oggi è proprio questo. Incontrate molte meno persone, sia fuori casa che in casa. Vi chiedo: evitate qualsiasi viaggio che non sia realmente necessario. Qualsiasi festa che non sia realmente necessaria. Vi chiedo di restare per quanto possibile a casa presso il vostro domicilio. So bene che è difficile e che in determinati casi si tratta anche di una pesante rinuncia. Ma dobbiamo farlo solo temporaneamente. E in fondo lo facciamo per noi stessi. Per la nostra salute. E per la salute di tutti quelli per i quali possiamo fare in modo che non si ammalino. Lo facciamo per far sì che il nostro sistema sanitario non sia sopraffatto. E affinché le scuole e gli asili dei nostri figli restino aperti. Dobbiamo farlo per la nostra economia e per i nostri posti di lavoro. Che cosa ci ha portato la pandemia di relativamente buono durante la prima metà dell ‘anno? Siamo rimasti uniti e abbiamo rispet tato le regole. Con rispetto e buon senso. Sono i mezzi più efficaci che abbiamo, al momento, contro la pandemia. Ora sono necessari più che mai. Vi ringrazio.
Angela Merkel

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Black Friday, boom di tentativi di truffa su web e social. I consigli Codacons per evitarle

Black Friday, boom di tentativi di truffa su web e social. I consigli Codacons per evitarle

Cinema e audiovisivo: via al tavolo Mibact per il rilancio del settore dopo l’emergenza Covid

Cinema e audiovisivo: via al tavolo Mibact per il rilancio del settore dopo l’emergenza Covid

‘Roba da paesi comunisti’. Trump attacca i social e chiede (di nuovo) lo stop a immunità per le big tech

‘Roba da paesi comunisti’. Trump attacca i social e chiede (di nuovo) lo stop a immunità per le big tech