Agcom: al via consultazione su modifiche a regolamento copyright

Il Consiglio dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, il 22 ottobre, ha approvato all’unanimità l’avvio di una consultazione pubblica sulle modifiche al nuovo regolamento in materia di tutela del diritto d’autore. La competenza dell’Autorità è stata infatti ampliata dal Decreto ‘Rilancio’ai casi di diffusione illecita di contenuti in rete mediante i servizi di messaggistica istantanea che utilizzano, anche indirettamente, le numerazioni telefoniche degli utenti. Lo stesso Decreto ha inoltre ripristinato la possibilità per Agcom di comminare sanzioni fino al 2% del fatturato nei confronti di coloro che non rispetteranno gli ordini di rimozione dei contenuti illecitamente diffusi.

(Foto ANSA/ Mario De Renzis)

Le modifiche poste a consultazione pubblica mirano ad impedire – informa una nota – la diffusione di opere digitali rese disponibili in violazione del diritto d’autore, con le medesime procedure e garanzie che hanno contraddistinto l’azione dell’Autorità dall’entrata in vigore del regolamento. La rapidità dei tempi di intervento, fissato in soli 12 giorni, è stato uno dei punti di forza dell’attività finora svolta da Agcom, come riconosciuto dall’intera filiera dell’industria creativa.

La consultazione pubblica avrà una durata di 30 giorni e coinvolgerà tutti i soggetti interessati.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Intervista a Giacomo Lasorella, il presidente di Agcom spiega la ratio e il senso del riassetto organizzativo varato ieri dal Consiglio dell’Autorità

Intervista a Giacomo Lasorella, il presidente di Agcom spiega la ratio e il senso del riassetto organizzativo varato ieri dal Consiglio dell’Autorità

G20 della Cultura a Roma, Franceschini: Cultura mezzo formidabile di dialogo tra popoli

G20 della Cultura a Roma, Franceschini: Cultura mezzo formidabile di dialogo tra popoli

Levi rieletto presidente Aie: La lettura è un’emergenza nazionale. Bene le vendite online ma il mercato sia equo e aperto

Levi rieletto presidente Aie: La lettura è un’emergenza nazionale. Bene le vendite online ma il mercato sia equo e aperto