Franceschini (Mibact): dolore per lo stop a cinema e teatri ma prima viene la salute. Agis: scelta devastante

“Un dolore la chiusura di teatri e cinema. Ma oggi la priorità assoluta è tutelare la vita e la salute di tutti, con ogni misura possibile. Lavoreremo perché la chiusura sia più breve possibile e come e più dei mesi passati sosterremo le imprese e i lavoratori della cultura”. Così su Twitter il ministro dei Beni Culturali e del Turismo, Dario Franceschini.

Agis, cinema e teatri sicuri, stop scelta devastante

“Esprimiamo la nostra contrarietà, insieme a larghissima parte dell’opinione pubblica, rispetto alla ipotesi prevista nel DPCM in merito alla sospensione delle attività dei teatri, dei cinema e dei luoghi di spettacolo”. Lo sottolinea il presidente dell’Agis, Carlo Fontana, in una lettera al premier Giuseppe Conte e al ministro Dario Franceschini. Fontana precisa che “i luoghi di spettacolo si sono rivelati tra i più sicuri spazi di aggregazione sociale”. “Una nuova chiusura delle attività del settore – aggiunge -comporterebbe un colpo difficilmente superabile ed una drammatica ricaduta sulle decine di migliaia di lavoratori ed artisti, già al limite del sostentamento a causa del crollo del reddito. Si tratterebbe di una scelta devastante per l’intero Paese”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Licenziato per un post “denigratorio” su Facebook. L’azienda apre al reintegro dopo “adeguate scuse”

Licenziato per un post “denigratorio” su Facebook. L’azienda apre al reintegro dopo “adeguate scuse”

Dalle news del Sole 24 Ore al Corriere, da Fedez a Michela Murgia: Amazon Music lancia i podcast in Italia

Dalle news del Sole 24 Ore al Corriere, da Fedez a Michela Murgia: Amazon Music lancia i podcast in Italia

Il simbolo del gallo è solo per il Chianti (e non per altri vini): il Tribunale dell’Ue respinge la richiesta di registrazione marchio simile

Il simbolo del gallo è solo per il Chianti (e non per altri vini): il Tribunale dell’Ue respinge la richiesta di registrazione marchio simile