Usa 2020, Trump contro media e big tech: sono corrotti. Non abbiamo libertà di stampa, ma solo fake news

A una manciata di giorni dall’appuntamento elettorale, Donald Trump non molla il colpo contro media e ‘Big Tech’ a stelle e strisce, che accusa apertamente di essere di parte e di non coprire la presunta corruzione del suo rivale Joe Biden.

“Gli Usa non hanno libertà di stampa, noi abbiamo la soppressione della Storia, o solo semplici fake news”, ha cinguettato il presidente.

Donald Trump (Foto Ansa-
EPA/SHAWN THEW)

“Nelle ultime due settimane abbiamo appreso molto su quanto corrotti siano i media, ed ora Big Tech, forse anche peggio. Cancellare la sezione 230”, ha twittato ancora, riferendosi alla protezione di cui le società godono in relazione ai contenuti pubblicati dagli utenti, su cui la sua amministrazione si è concentrata nelle ultime settimane.

Ieri anche la first lady Melania ha preso posizione contro i media. “Hanno creato un’immagine di mio marito che non riconosco”, ha detto durante un comizio ad Atglen, in Pennsylvania. Trump “ama vedere coloro che lo circondano ed il suo Paese avere successo”, ha sottolineato la fist lady ammettendo comunque di non essere sempre d’accordo con il modo in cui il presidente si esprime sui social.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Intervista a Giacomo Lasorella, il presidente di Agcom spiega la ratio e il senso del riassetto organizzativo varato ieri dal Consiglio dell’Autorità

Intervista a Giacomo Lasorella, il presidente di Agcom spiega la ratio e il senso del riassetto organizzativo varato ieri dal Consiglio dell’Autorità

G20 della Cultura a Roma, Franceschini: Cultura mezzo formidabile di dialogo tra popoli

G20 della Cultura a Roma, Franceschini: Cultura mezzo formidabile di dialogo tra popoli

Levi rieletto presidente Aie: La lettura è un’emergenza nazionale. Bene le vendite online ma il mercato sia equo e aperto

Levi rieletto presidente Aie: La lettura è un’emergenza nazionale. Bene le vendite online ma il mercato sia equo e aperto