Apple al lavoro per creare un suo motore di ricerca alternativo a Google

Apple sta intensificando gli sforzi per mettere a punto un proprio motore di ricerca, dal momento che il procedimento intentato dalle autorità antitrust contro Google minaccia di compromettere i miliardi di dollari di entrate corrisposte dal colosso di internet per assicurarsi la posizione di motore predefinito nei dispositivi Apple.

La novità segna un importante passo avanti nello sviluppo in-house di Apple e potrebbe gettare le basi per un attacco più ampio a Google, come spiega anche il Financial Times, cominciando proprio dalle ricerche.
Due anni e mezzo fa, Apple, ricorda il quotidiano, ha sottratto il responsabile dei motori di ricerca a Google, John Giannandrea. L’assunzione si inseriva nell’ottica di potenziare i progetti sull’intelligenza artificiale e sull’assistente virtuale Siri, ma si è portata dietro anche otto anni di esperienza nella gestione del motore di ricerca più famoso del mondo.

Tim Cook (Foto Ansa – EPA/ROBIN VAN LONKHUIJSEN)

Nel caso in cui le autorità antitrust decidessero di bloccare la partnership con Google, questa crescente capacità tecnologica in-house darebbe ad Apple un’alternativa. E quando il Dipartimento di Giustizia ha presentato il fascicolo contro i pagamenti in uscita da Google a favore di Apple, si è prefigurata l’urgenza di trovare un’alternativa.

Tra l’altro, con una modifica quasi impercettibile all’ultima versione del suo sistema operativo iOs 14, Apple ha iniziato a mostrare i propri risultati di ricerca con link diretti ai siti web quando gli utenti digitano le query dalla schermata principale.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Franceschini: cultura diventi centrale nelle scelte politiche Ue. Serve piattaforma comunitaria online per le arti

Franceschini: cultura diventi centrale nelle scelte politiche Ue. Serve piattaforma comunitaria online per le arti

5G sfida e occasione per il Paese. Summit ‘5G Italy 2020’: tra i protagonisti Bassanini, Bisio, Ibarra e Boccia

5G sfida e occasione per il Paese. Summit ‘5G Italy 2020’: tra i protagonisti Bassanini, Bisio, Ibarra e Boccia

Investimenti pubblicitari digitali in crescita anche a ottobre, +9,2%. Fcp Assointernet: boom adv su smartphone, +16,3%

Investimenti pubblicitari digitali in crescita anche a ottobre, +9,2%. Fcp Assointernet: boom adv su smartphone, +16,3%