Trimestrale WPP, Q3 a -5,5%. Read: “Resilienti in un mercato difficile”.

Nel terzo trimestre migliorano i conti di WPP che limita le perdite e recupera rispetto al primo semestre dell’anno e al secondo tremendo quarter in particolare. Importanti, in questo contesto complicato, le buone notizie provenienti dalle attività di new business. Lo ha sottolineato, presentando il bilancio trimestrale il ceo del gruppo, Mark Read. “WPP continua a dimostrare la sua resilienza in un mercato difficile. Abbiamo mantenuto il nostro nuovo slancio commerciale mentre i clienti cercano la nostra creatività e le nostre capacità nei media, nella tecnologia, nei dati e nell’e-commerce” ha commentato Read. Nelle ultime settimane WPP ha aggiunto Uber all’elenco di clienti conquistati o difesi di recente, una lista che comprende Alibaba, Dell, HSBC, Intel, Unilever e Whirlpool, Walgreens Boots Alliance (che ha appena ampliato ai dati e alla tecnologia il supporto richiesto alla società anglosassone). WPP ha vinto budget per 1,6 miliardi di dollari nel terzo trimestre, portando il bilancio delle vittorie dall’inizio dell’anno a quota 5,6 miliardi di dollari.

Mark Read

Read rimane cauto sulle prospettive. “È importante mantenere la nostra solida posizione finanziaria e siamo sulla buona strada per ottenere risparmi sui costi vicini al limite massimo del nostro obiettivo di 700-800 milioni di sterline” ha commentato. I ricavi nel terzo trimestre sono calati del 9,8%, del 5,5% like for like. I ricavi LFL dei primi cinque mercati nel terzo trimestre (meno i costi passanti) sono stati i seguenti: US -5,5%; UK -6,5%; Germania -1,8%; Cina -16,7%; India -16,3%. I ricavi dell’intero 2020 ed il margine operativo dovrebbero essere in linea con le attese degli analisti. In Italia, dopo il -16,2% del Q1, si è passati al -29,9% del Q2, al -5,3% del Q3.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Sky Media spinge sulla profilazione: arrivano il Programmatic in TV e l’On Demand data driven

Sky Media spinge sulla profilazione: arrivano il Programmatic in TV e l’On Demand data driven

Iliad sceglie TBWA per raccontare ancora storie vere

Iliad sceglie TBWA per raccontare ancora storie vere

Con l’Autorità, e con uno spot, si tutelano i diritti di chi viaggia

Con l’Autorità, e con uno spot, si tutelano i diritti di chi viaggia