Abi, ecco i vincitori di ‘Finanza per il sociale’, il premio indetto con Feduf e Fiaba dedicato all’inclusione

Sono quattro i riconoscimenti assegnati alla quinta edizione del premio ‘Finanza per il sociale’, indetto da Abi (Associazione Bancaria Italiana), Feduf (Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio, nata su iniziativa della stessa Abi), e Fiaba (Fondo Italiano Abbattimento Barriere Architettoniche), con il patrocinio del Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti, per sostenere l’impegno dei giovani giornalisti e praticanti nel raccontare l’importanza della cultura finanziaria per il Paese:

Finanza per i più deboli, le frontiere dell’inclusione’, il video di Giacomo Andreoli e Giorgio Saracino, allievi del Master in Giornalismo dell’Università Lumsa vince la quinta edizione del premio, per la sua capacità di tracciare un’ampia panoramica sulla diffusione della cultura finanziaria nel Paese e sulle opportunità date da soluzioni innovative o in cui centrale è la relazione.

L’economia è mia’, podcast di Lorem Ipsum, realizzato da Cristiana Mastronicola e Francesco Bonaduce, riceve la Prima Menzione Speciale, per la modalità del racconto fortemente coinvolgente e d’impatto e la capacità di affrontare un tema decisivo quale è quello della violenza economica sulle donne.

Educazione finanziaria, etica e sussidiarietà’, articolo di Daniele Barale pubblicato sulla testata Vita Diocesana Pinerolese, riceve la Seconda Menzione Speciale per la riflessione sugli aspetti essenziali che sono alla base della consapevolezza economica, intesa come strumento di libertà, di scelta e di cittadinanza responsabile.

Infine, una Menzione Fuori Concorso è assegnata a ‘Donne senza portafoglio: la prigionia ‘inizia’ così’, articolo di Fausta Chiesa pubblicato sulle pagine del settimanale ‘Buone Notizie’ del quotidiano Corriere della Sera, per la sua capacità di portare all’attenzione di un ampio pubblico il tema della violenza economica sulle donne, promuovendo percorsi per contribuire all’alfabetizzazione finanziaria di tutte le fasce della popolazione, a partire da quelle più vulnerabili.
L’evento è rientrato nelle iniziative del Mese dell’educazione finanziaria, la manifestazione promossa a livello nazionale dal Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria.

Avviato nell’ambito della XVII edizione del Fiabaday – Giornata Nazionale per l’Abbattimento delle Barriere Architettoniche, il concorso giornalistico rientra nell’ambito dell’impegno pluriennale del mondo bancario sul tema dell’inclusione finanziaria e sociale, anche attraverso lo strumento dell’educazione finanziaria e al risparmio.

Il tema scelto per quest’ultima edizione del premio Abi-Feduf-Fiaba è ‘Storie di inclusione: come l’educazione finanziaria, anche grazie alle innovazioni, supporta i cittadini nelle scelte economiche’.

Alla quinta edizione del premio hanno collaborato – in qualità di partner – il Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria, il Museo del Risparmio (MdR) e il CeRP-Fondazione Collegio Carlo Alberto.

“L’educazione finanziaria deve essere considerata come un investimento a vantaggio sia dei cittadini sia degli operatori dei mercati finanziari, poiché promuove la crescita economica in ottica di inclusione e, allo stesso tempo, mette i clienti in condizione di utilizzare in maniera consapevole e adeguata alle loro necessità i servizi bancari e finanziari – così il vicedirettore generale dell’Abi, Gianfranco Torriero – Lo scopo del Premio, promosso in sinergia con Feduf, Fondazione nata su iniziativa dell’Abi, e Fiaba, è quello di sensibilizzare il più possibile il pubblico e la stampa stessa su un tema che è diventato di forte impatto sociale, cioè come una sempre più diffusa conoscenza economica di base sia motore per una migliore inclusione finanziaria e sociale dei cittadini, a partire dalle fasce più vulnerabili”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Elisabetta Ripa: Italia al terzo posto in Europa per copertura Ftth grazie a Open fiber e secondo Paese per crescita

Elisabetta Ripa: Italia al terzo posto in Europa per copertura Ftth grazie a Open fiber e secondo Paese per crescita

Debuttano in Italia i negozi Sky. Si parte domani a Milano in corso Buenos Aires, seguiranno Roma, Napoli e Brescia

Debuttano in Italia i negozi Sky. Si parte domani a Milano in corso Buenos Aires, seguiranno Roma, Napoli e Brescia

Facilitare l’accesso ai fondi e stimolare gli investimenti, il piano Ue per i Media. Vestager: aiuto al settore, sfruttando il digitale

Facilitare l’accesso ai fondi e stimolare gli investimenti, il piano Ue per i Media. Vestager: aiuto al settore, sfruttando il digitale