Turchia: prime multe ai social per non aver rispettato la nuova legge su piattaforme web. Colpite anche Fb e TikTok

Le autorità di regolamentazione della Turchia hanno comminato una serie di multe a diversi social media per aver violato una nuova legge di regolamentazione sulle piattaforme web apporvata nelle scorse settimane.

La misura è stata annunciata dal Ministro per le infrastrutture e i trasporti della Turchia, Omer Fatih Sayan e  riguarda Twitter, Facebook, Instagram, Periscope e TikTok: tutte e cinque dovranno pagare una sanzione da 10 milioni di lire turche ciascuna, l’equivalente di 1,2 milioni di dollari, per aver superato una scadenza fissata al 2 novembre per la nomina di un rappresentante interno.
Il mancato rispetto della nuova legge espone le aziende a un regime di sanzioni in cinque fasi, che vanno dalle multe alla privazione degli introiti pubblicitari e all’introduzione di restrizioni quasi totali sull’accesso.

Recep Tayyip Erdogan (Foto Ansa – EPA/TURKISH)

Entrata in vigore il mese scorso, la nuova legge conferisce più poteri al governo nel controllo dei contenuti e obbliga le piattaforme di social media a scegliere un rappresentante permanente in Turchia, adottare misure per fare in modo che i dati degli utenti turchi vengano archiviati nel Paese e applicare le sentenze del tribunale sulla potenziale rimozione di contenuti.

La disposizione ha suscitato ovviamente molte proteste da parte dell’opposizione e degli attivisti per i diritti civili che la considerano come un tentativo del governo turco di mettere a tacere il dissenso. Dal loro punto di vista i social media siano uno dei pochi spazi in cui i cittadini possono esprimere il dissenso dopo che i magnati fedeli al presidente Recep Tayyip Erdogan hanno acquisito le reti televisive e la stampa nazionale dopo il tentato colpo di stato del 2016.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Mediaset Espana, Vasile: in marzo-aprile la pubblicità riparte, il 2021 sarà l’anno della riscossa

Mediaset Espana, Vasile: in marzo-aprile la pubblicità riparte, il 2021 sarà l’anno della riscossa

Franceschini: farò di tutto per garantire riapertura mondo spettacolo. Nostre proposte ragionevoli, spero  Cts approvi

Franceschini: farò di tutto per garantire riapertura mondo spettacolo. Nostre proposte ragionevoli, spero Cts approvi

Calcio e diritti tv. Lega Serie B approva l’offerta per i due pacchetti ‘satellite e dtt’ e ‘Ott e mobile’

Calcio e diritti tv. Lega Serie B approva l’offerta per i due pacchetti ‘satellite e dtt’ e ‘Ott e mobile’