G20 Cultura, Franceschini: cultura fondamentale nella rinascita. Serve una risposta globale alla sfida della pandemia

“Viviamo un momento di grande incertezza. Stiamo attraversando una delle crisi più gravi della storia recente. Il mondo è cambiato, e con esso le nostre abitudini e quelle delle nostre società. La cultura e il turismo, che insieme rappresentano il 20% del Pil italiano, sono tra i settori maggiormente colpiti dalle conseguenze della pandemia e saranno probabilmente tra gli ultimi a recuperare un ritorno alla normalità”.

Così il Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, Dario Franceschini, ha aperto il proprio intervento al G20 Cultura del 4 novembre, sotto la presidenza dell’Arabia Saudita.

La schermata con i partecipanti all’incontro

Ricordando i numerosi interventi messi in campo dall’Italia a ristoro del mondo della cultura, il Ministro ha sottolineato che “proprio in un momento così difficile come quello attuale, i valori universali della cultura possono costituire le fondamenta sulle quali costruire una rinascita basata sulla tutela del patrimonio culturale sia dalle minacce tradizionali, come i conflitti, il terrorismo e il traffico illecito, sia da quelle emergenti, come il cambiamento climatico, senza dimenticare le sfide poste dall’uso di nuove tecnologie e dalla rivoluzione digitale”.
Per questo motivo, ha aggiunto il Ministro, “dobbiamo essere aperti al trasferimento e alla condivisioni di saperi e conoscenze. Questi saranno i temi che la presidenza italiana desidera porre al centro del prossimo G20 Cultura e sui quali raccoglieremo proposte e riflessioni dai membri del G20 e dalla società civile dei loro paesi”.

Franceschini ha ricordato lo sforzo italiano nella costituzione della propria task force all’interno dei Caschi Blu della Cultura, che ha già operato con successo in Albania e Libano, richiamando i colleghi ministri del G20 Cultura sulla necessità dell’ampliamento di una analoga rete internazionale di esperti.
“La crisi pandemica, ha aggiunto, che ha messo in stallo l’intero pianeta, ha messo in evidenza la debolezza e la precarietà delle società moderne, dimostrandone a contempo la resistenza. La storia ce lo insegna: ogni crisi porta a una rinascita e a nuove opportunità”.
“Per affrontare una sfida globale, ha concluso il ministro,serve una risposta globale”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Intervista a Giacomo Lasorella, il presidente di Agcom spiega la ratio e il senso del riassetto organizzativo varato ieri dal Consiglio dell’Autorità

Intervista a Giacomo Lasorella, il presidente di Agcom spiega la ratio e il senso del riassetto organizzativo varato ieri dal Consiglio dell’Autorità

G20 della Cultura a Roma, Franceschini: Cultura mezzo formidabile di dialogo tra popoli

G20 della Cultura a Roma, Franceschini: Cultura mezzo formidabile di dialogo tra popoli

Levi rieletto presidente Aie: La lettura è un’emergenza nazionale. Bene le vendite online ma il mercato sia equo e aperto

Levi rieletto presidente Aie: La lettura è un’emergenza nazionale. Bene le vendite online ma il mercato sia equo e aperto