Metro, i giornalisti scioperano per il licenziamento di una collega

L’assemblea dei giornalisti di Metro ha affidato al Cdr un pacchetto di 5 giorni di sciopero – il primo effettuato oggi – per il licenziamento di una collega,  art. 2 in aspettativa per poter svolgere un altro incarico. “La collega aveva chiesto il rinnovo dell’aspettativa, che le è stato negato. Nella lettera di licenziamento si parla di giusta causa per violazione dell’esclusiva, che non era prevista nel contratto di assunzione e comunque non riguarda più, ad eccezione di altri free paper, anche i giornalisti art. 1 in contratto di solidarietà e ora in Cassa Covid”, spiega il Cdr.

Ecco il comunicato dell’assemblea dei giornalisti di Metro e la risposta dell’editore:

L’Assemblea dei Giornalisti di Metro all’unanimità stigmatizza il licenziamento per asserita giusta causa di una collega alla quale era stata negata l’aspettativa. Le motivazioni contenute nella lettera inviata dall’Azienda sono assolutamente pretestuose perché poggiano su basi non corrispondenti al contratto in essere tra la collega (collaboratore fisso ex art.2) e l’Azienda. Si cita una fantomatica esclusiva che non era prevista nel contratto di assunzione e comunque ormai da anni, non ricade più nemmeno sui giornalisti ex art.1 in stato di solidarietà prima, e in Cassa Covid poi.
Il Direttore, dal canto suo, ha avallato e sostenuto le tesi dell’Azienda dimenticando forse che se la collega ha lavorato, lo ha fatto seguendo le sue direttive.
Pertanto, l’Assemblea dei Giornalisti sfiducia all’unanimità il Direttore, Stefano Pacifici.
Malgrado le rassicurazioni ricevute dal CdR da parte del Rappresentante per i rapporti sindacali di Metro, rassicurazioni che portavano verso l’archiviazione di questa faccenda, NME ha deciso, senza alcuna comunicazione ufficiale inviata né dall’Editore né dal Direttore per quanto riguarda rispettivamente il cambio dell’organico e l’organizzazione del lavoro, di licenziare una collega che a Metro ha portato ben quattro premi giornalistici.
Sia il Direttore che il Rappresentante dei rapporti sindacali dichiarano di non saper nulla mentre invece appare chiaro dalla lettera di licenziamento il loro coinvolgimento. Tanto più che la collega – lo ripetiamo – ha sempre lavorato in stretta collaborazione con il Direttore, rispettando le sue richieste e inviando i pezzi così come con lei concordati.
I Giornalisti di Metro entrano pertanto in assemblea permanente e affidano al CdR un pacchetto di 5 giorni di sciopero. Inoltre, tutti i Giornalisti per quanto riguarda lo svolgimento e l’organizzazione del lavoro si atterranno solo ed esclusivamente a quanto previsto dal CCNLG.
È la prima volta nella storia di Metro che viene inviata una lettera di licenziamento. Una lettera priva di ogni fondamento che i Giornalisti all’unanimità non possono far passare sotto silenzio.
L’Assemblea dei Giornalisti di Metro


La replica dell’editore
Il Comunicato a firma dell’Assemblea dei Giornalisti di Metro non attiene assolutamente ai rapporti e alle questioni di tipo sindacale e che attengono alla Comunità dei lavoratori, bensì alla palese violazione da parte della lavoratrice di obblighi essenziali e principali connessi alla prestazione di lavoro derivanti dalla legge e dal contratto
L’Editore

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Italia digitale: nel 2020 oltre 9 milioni di utenti hanno usato i servizi online della PA per la prima volta

Italia digitale: nel 2020 oltre 9 milioni di utenti hanno usato i servizi online della PA per la prima volta

Entro fine anno il 5g raggiungerà 1 miliardo di persone. Ericcson: in Cina la fetta più grande di abbonati

Entro fine anno il 5g raggiungerà 1 miliardo di persone. Ericcson: in Cina la fetta più grande di abbonati

Top 20 influencer Instagram e TikTok: Michele Morrone e i Ferragnez sul podio di Instagram. Vacchi, i Madtrinity e gli Urban Theory dominano su TikTok

Top 20 influencer Instagram e TikTok: Michele Morrone e i Ferragnez sul podio di Instagram. Vacchi, i Madtrinity e gli Urban Theory dominano su TikTok