'Sii come Bill', online un nuovo magazine che pensa positivo

Condividi

Se non è cattiva, non è notizia. Un refrain che ultimamente da diverse parti si cerca di smentire, tanto che il Corriere della Sera di ‘Buone notizie’ ha fatto un settimanale. E adesso debutta online Sii come Bill.
Ma chi è il Bill di questa testata che debutta il 18 novembre? E’ uno stickman che su Facebook vanta più di 1 milione di follower. I meme raccontano episodi di vita quotidiana in cui il buon Bill si propone come modello di bon ton e invita tutti a comportarsi come lui: “Sii come Bill”, appunto.

A ideare – cinque anni fa – questo personaggio, così lontano dalle consuetudini più virtuali che virtuose della polemica e dell’insulto, è stato Andrea Nuzzo, che ha studiato comunicazione all’università di Roma, che qualche mese fa ha lanciato un sito per formare i ragazzi sul mondo digital, e che da giovane imprenditore ha deciso adesso di diventare anche editore.  “Dopo 5 anni di pagine social legate a Facebook e Instagram, ci siamo resi conto della necessità, da parte di molti, di accedere a contenuti diversi da ciò a cui (purtroppo) siamo abituati sul web. E visto che la comunicazione ormai passa soprattutto da qui, credo che coloro che hanno una potenza mediatica abbiano il dovere morale di dare un esempio concreto per creare azioni intelligenti e utili alla società”, dice
Sii come Bill‘ – diretto da Monica Landro, giornalista specializzata in musica e spettacolo, affiancata dal consulente in comunicazione Michele Casula – arriva con l’obiettivo di raccontare attualità e cultura ‘en rose’, con particolare attenzione all’etica e alle buone abitudini, oltre a molti spunti per cercare di migliorare quello che ancora non va.

A collaborare saranno anche alcuni ‘unfluencer’: influencer non convenzionali, cui sono affidate rubriche improntate al senso civico. Ci saranno il giovane youtuber Marcello Ascani, impegnato a parlare di finanza ai ragazzi; il divulgatore scientifico Adrian Fartade, con il compito di smascherare le fake news; Massimiliano Dona, presidente dell’Unione nazionale consumatori. Si parlerà di arte con Andrea Gandini, di viaggi nella natura con Mattia Rifino, di moda e psicologia con Anastasia Giangrande.  E poi rubriche sulle emozioni, sul cibo, sulle mamme e naturalmente sulla tecnologia. Oltre a uno spazio aperto agli interventi dei lettori.
Al nuovo magazine non poteva poi mancare la presenza di un podcast , dove ascoltare gli articoli. E una rubrica su Twitch, la piattaforma di live streaming in cui ogni settimana Sii come Bill organizzerà il talk show ‘UniDiversità’,  per discutere e riflettere sulla società attuale. Con modi assolutamente pacati.