Nasce ‘Hit – Hate Interrupter Teams’, progetto europeo contro l’odio sul web

Bloccare l’incitamento all’odio online attraverso la creazione di gruppi di giovani, opportunamente formati. Con questo obiettivo nasce Hit – Hate Interrupter Teams, il progetto europeo, presentato alla Camera, che fornisce ai giovani  i mezzi necessari per arginare odio e discriminazioni online.

 

Logo Hit – Hate interrupter teams

Tra le associazioni, riporta Agi, dei nove partner europei che promuovono il progetto, per l’Italia c’è Mulab, associazione no profit che svolge attività di ricerca, promozione e formazione nel settore dell’industria culturale.

Drammatici i dati: dall’inizio della pandemia, nel mondo, il traffico verso siti che incitano all’odio e alla discriminazione è aumentato del 200%. Solo su chat tra bambini e adolescenti, gli hate speech sono cresciuti di oltre il 70%, mentre quasi il 17% dei discorsi online in Italia è, ormai, diventato un discorso d’odio. Inoltre, dal 25 aprile al 17 giugno scorso, i contenuti d’odio condivisi solo su Twitter in Italia sono stati 679mila, da parte di quasi 150mila utenti.

“Dobbiamo far crescere la consapevolezza dei ragazzi sui diritti umani – spiega Enzo Pellegrini, presidente Mulab – e liberare la loro creatività di esporre queste tematiche nel modo che preferiscono. Durante la pandemia il fenomeno si è allargato perché una persona in cattività evidentemente deve trovare valvole di sfogo, l’impossibilità di poter essere liberi ci incattivisce come fossimo in gabbia e se non si hanno gli strumenti per gestire l’impatto emotivo ci si può lasciar andare in reazioni sbagliate”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Elisabetta Ripa: Italia al terzo posto in Europa per copertura Ftth grazie a Open fiber e secondo Paese per crescita

Elisabetta Ripa: Italia al terzo posto in Europa per copertura Ftth grazie a Open fiber e secondo Paese per crescita

Debuttano in Italia i negozi Sky. Si parte domani a Milano in corso Buenos Aires, seguiranno Roma, Napoli e Brescia

Debuttano in Italia i negozi Sky. Si parte domani a Milano in corso Buenos Aires, seguiranno Roma, Napoli e Brescia

Facilitare l’accesso ai fondi e stimolare gli investimenti, il piano Ue per i Media. Vestager: aiuto al settore, sfruttando il digitale

Facilitare l’accesso ai fondi e stimolare gli investimenti, il piano Ue per i Media. Vestager: aiuto al settore, sfruttando il digitale