WhatsApp lancia in India la funzione che consente di effettuare pagamenti. Consentite transazioni con 160 banche

WhatsApp, ha lanciato la sua funzione di pagamento per gli utenti di tutta l’India. Ha ricevuto l’approvazione della National Payments Corporation of India (Npci) per andare in diretta sull’Unified Payments Interface del Paese, che consente di effettuare transazioni con oltre 160 banche supportate.

Mark Zuckerberg
(Foto Ansa – EPA/MICHAEL REYNOLDS)

La funzione di pagamento, riporta Adnkronos, è disponibile in 10 versioni regionali indiane della piattaforma, ha sottolineato il Ceo di Facebook (proprietaria di WhatsApp) Mark Zuckerberg. Secondo l’Npci, l’azienda statunitense può espandere gradualmente la propria base di pagamenti a partire da 20 milioni di utenti.

Con oltre 400 milioni di utenti attivi, l’India è il più grande mercato per WhatsApp, e si prevede che l’azienda si accaparrerà una quota significativa di utenti su Upi (il metodo di pagamento digitale più dominante in India, in parte a causa della misura di smonetizzazione del governo che ha eliminato l’86 per cento del contante cartaceo in circolazione nel novembre 2016) data la sua popolarità. L’India ha oltre 718 milioni di utenti Internet, il secondo più grande del mondo. Whatsapp aveva lanciato il suo primo servizio di pagamento in Brasile a giugno, ma la banca centrale ne aveva rapidamente ordinato la sospensione, secondo quanto riferito.

Google Pay e Walmart’s PhonePe dominano il mercato dei pagamenti mobili in India, ognuno dei quali controlla quasi il 40% della quota di mercato Upi, secondo quanto riferito dai media nazionali.

Facebook stava testando i pagamenti WhatsApp e attendeva le autorizzazioni regolamentari in India dall’inizio del 2018, e il lancio rappresenta un’altra importante mossa del gigante dei media in India. Ad aprile, Facebook ha annunciato un investimento di 5,7 miliardi di dollari in Reliance Jio Platforms per digitalizzare oltre 60 milioni di piccole imprese.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Tokyo 2020: dal rinvio costi aggiuntivi per 1,6 miliardi di euro. Si cerca accordo tra comitato organizzatore e governo

Tokyo 2020: dal rinvio costi aggiuntivi per 1,6 miliardi di euro. Si cerca accordo tra comitato organizzatore e governo

Cartoon Network lancia ‘What a cartoonist!’, call to action dedicata alla ricerca di nuove idee creative per format tv e videogiochi

Cartoon Network lancia ‘What a cartoonist!’, call to action dedicata alla ricerca di nuove idee creative per format tv e videogiochi

A+E Networks Italia e Sky Italia rinnovano la partnership ventennale. Canali e raccolta ancora con il gruppo di Santa Giulia

A+E Networks Italia e Sky Italia rinnovano la partnership ventennale. Canali e raccolta ancora con il gruppo di Santa Giulia