YouTube studia per diventare anche marketplace

Notizie e approfondimenti quotidiani sul digitale a cura di Reputation Manager, la società di riferimento in Italia per l’analisi, la gestione e la costruzione della reputazione online.

Campari sotto il tiro degli hacker. L’attacco hacker del 1 novembre avrà un impatto sui risultati finanziari di Campari. A rivelarlo è stato ieri la stessa società guidata da Bob Kunze-Concewitz. Pochi giorni fa un gruppo di criminali informatici è riuscito a bucare le difese di Campari e a crittografare alcuni dati sui server del gruppo con il ransomware Ragnar Locker, rendendoli di fatto inaccessibili. I pirati sostengono di aver sottratto un’ingente quantità di file. Per liberare le informazioni sottratte gli hacker avrebbero chiesto alla società un riscatto di 15 milioni di dollari da pagare in bitcoin, entro 24 ore.

Tim, al board il dossier su spin off dei data center. Passi avanti nel dossier dello spin off dei data center, newco che Tim ha intenzione di valorizzare, aprendo l’asset alla partecipazione di un partner. La nuova società, secondo quanto apprende Radiocor, dovrebbe contare circa 650 dipendenti e si chiamerà Noovle Group.

Su Twitter Donald Trump diventa sinonimo di “perdente”. Cercando “loser” su Twitter, l’algoritmo risponde suggerendo come primo risultato tra le persone l’account @realDonaldTrump, il Presidente Usa sconfitto pochi giorni fa da Joe Biden. Il social, in una nota, ha spiegato che succede perché il motore di ricerca riflette così quante volte gli utenti di tutto il mondo hanno associato i due termini.

Via al bonus Internet e pc. Un bonus di 500 euro per chi attiva un servizio di internet veloce per almeno un anno e contestualmente acquista un pc o un tablet. Le famiglie con un Isee sotto i 20 mila euro, da ieri, possono richiedere lo sconto agli operatori accreditati presso Infratel Italia (società del Mise) direttamente al momento dell’acquisto. Secondo gli analisti del mercato Tlc interesserà una platea di 400 mila nuclei familiari. L’obiettivo è ridurre il digital divide ed incentivare i servizi a banda ultralarga.

YouTube si prepara a diventare marketplace. Dopo il potenziamento dei tool legati allo shopping digitale già messo in atto da Instagram e Facebook e la partnership recentemente annunciata tra TikTok e Shopify, le potenzialità di una piattaforma di video sharing da milioni di visualizzazioni non sarebbero sfuggite all’attenzione di Google. Il colosso web starebbe quindi valutando di introdurre la possibilità di collegare tramite tag i prodotti all’interno dei video con gli store online dei brand. Per ora il progetto è in una fase sperimentale ma, secondo quanto riferito da agenzie di stampa, YouTube sta già chiedendo ai content creator di taggare e monitorare i prodotti presenti nei loro video.

Boom di download per il social conservatore. L’angoscia dei Repubblicani per la sconfitta del presidente Trump ha causato un’ondata di download per Parlerun social network conservatore fondato come alternativa ideologica a Facebook e Twitter. Secondo i dati di SensorTower, l’app di Parler sugli store online ha registrato un totale di 980.000 download tra il 3 novembre (giorno delle elezioni) e l’8 novembre, con più della metà di questi download (636.000) solo domenica.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Cartoon Network lancia ‘What a cartoonist!’, call to action dedicata alla ricerca di nuove idee creative per format tv e videogiochi

Cartoon Network lancia ‘What a cartoonist!’, call to action dedicata alla ricerca di nuove idee creative per format tv e videogiochi

A+E Networks Italia e Sky Italia rinnovano la partnership ventennale. Canali e raccolta ancora con il gruppo di Santa Giulia

A+E Networks Italia e Sky Italia rinnovano la partnership ventennale. Canali e raccolta ancora con il gruppo di Santa Giulia

Italia digitale: nel 2020 oltre 9 milioni di utenti hanno usato i servizi online della PA per la prima volta

Italia digitale: nel 2020 oltre 9 milioni di utenti hanno usato i servizi online della PA per la prima volta