Mediaset, ricavi adv +4,7% nel 3° trimestre e il titolo corre in Borsa. Giordani: risultati eccezionali; sempre convinti del piano europeo MFE

Il titolo di Mediaset corre in Borsa dopo i risultati del trimestre, superiori alle attese, soprattutto per quanto riguarda i profitti. “Sono risultati eccezionali”, ha spiegato in conference call con gli analisti Marco Giordani, cfo di Mediaset. “Si tratta di uno dei miglior trimestri di sempre in termini di profitti”, aggiunge. A Piazza Affari, Mediaset guadagna il 7% a 1,77 euro.

Marco Giordani (Foto ANSA)

 

Sul consolidamento europeo e sul progetto Mfe, “la nostra visione è sempre la stessa, ma non abbiamo aggiornamenti e quando li avremo li comunicheremo al mercato”. prosegue il cfo in conference call con gli analisti. “Crediamo sempre nel progetto di un consolidamento europeo. Diciamo che ora siamo focalizzati sul breve termine, sui risultati, sul medio-lungo termine restiamo convinti della strategia”. Per quanto riguarda la partecipazione di Mediaset nella media company tedesca ProsiebenSat1, non ci sono stati cambiamenti negli ultimi mesi, è sempre pari al a 24,9%. “Su questo, la nostra posizione non cambia, siamo investitori di lungo termine”.

IL COMUNICATO STAMPA MEDIASET

Comunicato stampa

I risultati dei nove mesi del gruppo Mediaset risentono dell’emergenza Covid, ma la società resta in utile registrando un utile netto di 10,5 milioni di euro rispetto ai 92,1 mln dell’esercizio precedente. E’ positivo il terzo trimestre, con un dato in controtendenza rispetto all’abituale stagionalità e “superiore alle aspettative”: l’utile è di 29,4 milioni. I ricavi dei nove mesi scendono a 1.722,8 milioni di euro rispetto ai 2.030,4 milioni di euro dello stesso periodo del 2019.

In Italia, Mediaset ha ottenuto il 34,2% di share nelle 24 ore e il 36,1% in Prime Time (+1,5%) sul target commerciale, “con una crescita d’ascolto superiore a quella di tutte le altre aziende concorrenti. Da segnalare in particolare il primo posto di Canale 5 e il terzo posto di Italia 1 in tutte le fasce orarie sul target 15-64 anni”.

In Italia, i ricavi dei nove mesi si attestano a 1.176 milioni di euro a fronte dei 1.371 milioni di euro dell’anno precedente, con il contributo positivo del terzo trimestre che mostra ricavi per 384,8 mln con un aumento del 4,1% rispetto al pari periodo 2019. In Spagna sono stati registrati nei nove mesi ricavi per 546,6 mln rispetto ai 660,7 milioni di euro del 2019.

Nel terzo trimestre, nonostante il calo in atto in tutto il settore media, i ricavi pubblicitari lordi consolidati registrano una crescita dell’1,6% rispetto al pari periodo 2019.

Nei nove mesi, in Spagna il dato segna 488,3 milioni di euro, rispetto ai 644 mln dello stesso periodo dell’esercizio precedente. In Italia i ricavi pubblicitari lordi sono stati pari a 1.107 mln di euro rispetto ai 1.332,4 milioni di euro del 2019: ottimo il terzo trimestre, con ricavi pubblicitari in crescita a 363,4 milioni di euro (+4,7%).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Tokyo 2020: dal rinvio costi aggiuntivi per 1,6 miliardi di euro. Si cerca accordo tra comitato organizzatore e governo

Tokyo 2020: dal rinvio costi aggiuntivi per 1,6 miliardi di euro. Si cerca accordo tra comitato organizzatore e governo

Cartoon Network lancia ‘What a cartoonist!’, call to action dedicata alla ricerca di nuove idee creative per format tv e videogiochi

Cartoon Network lancia ‘What a cartoonist!’, call to action dedicata alla ricerca di nuove idee creative per format tv e videogiochi

A+E Networks Italia e Sky Italia rinnovano la partnership ventennale. Canali e raccolta ancora con il gruppo di Santa Giulia

A+E Networks Italia e Sky Italia rinnovano la partnership ventennale. Canali e raccolta ancora con il gruppo di Santa Giulia