Milan con Roc Nation per un nuovo modo di sviluppare il brand nel mondo

I giovani emergenti del Milan non servono solo a portare punti in classifica alla squadra di Stefano Pioli, in testa alla classifica di Serie A dopo sette giornate. L’età media vicina ai 23 anni, la più bassa dei cinque campionati più importanti d’Europa (Italia, Inghilterra, Spagna, Germania e Francia), sta diventando anche un’arma commerciale per valorizzare il brand del Milan in giro per il Milan, uno degli obiettivi fondamentali per aumentare i ricavi rossoneri, fermi da anni intorno a quota 200 milioni, troppo poco in una fase nella quale le società più ricche veleggiano abbondantemente oltre i 500 milioni.

Ivan Gazidis

L’esempio di questi approccio ad ampio raggio voluta dall’amministratore delegato rossonero Ivan Gazidis è rappresentato dall’evento ‘From Milan with Love: Next Gen’, un concerto in programma il 20 novembre (ore 20.45) con dieci giovani cantanti di cinque continenti diversi, presentato da DJ Khaled, produttore ed ex vincitore di un Grammy, e trasmesso sulla app del Milan, Milan Tv, i canali social del club e il canale del Milan su Tidal (piattaforma streaming per gli appassionati di musica). Si esibiranno, tra gli altri, Axos, Anna, Daniella Mason, RezCoast Grizz, VEVNZ, Alita, Cocoa Sarai, Larruso, Bibi e Harlor.
Sono due gli elementi che inquadrano questo evento nella strategia complessiva del Milan. Il primo dato significativo è che questo concerto è organizzato in collaborazione con Roc Nation, l’agenzia fondata dal famoso rapper americano Jaz-Z. Le sue attività sono molteplici: produzione, organizzazione di concerti, scouting in campo artistico, formazione e filantropia. La società, basata a Ney York, ha anche una divisione sportiva che ha tra i suoi clienti campioni degli sport americani e stelle del calcio, come l’interista Romelu Lukaku; altri due famosi nazionali del Belgio, Axel Witsel e Kevin de Bruyne, e l’attaccante inglese del Manchester United, Marcus Rashford. Il Milan, in mezzo a tanti atleti, è l’unico club che si è affidato a Roc Nation. La partnership è stata siglata all’inizio di luglio.
Il secondo dato centrale è descritto in questo passaggio del comunicato diffuso dal Milan per lanciare il concerto: “Lo show rappresenta perfettamente la visione e il forte impegno del club nello sviluppo della prossima generazione di talenti, dentro e fuori dal campo. Attualmente il Milan schiera la squadra più ‘verde’ nei primi cinque campionati europei con un’età media dei giocatori sotto i 25 anni e investe significativamente nei talenti italiani grazie alle Academy del Club e i Milan Junior Camp. Il respiro internazionale ed inclusivo delle prime squadre, sia maschile che femminile, composte da 23 nazionalità, si rinforza ulteriormente grazie agli artisti che parteciperanno allo show e che provengono da tante culture diverse”.

Zlatan Ibrahimovic (Foto ANSA / MATTEO BAZZI)

L’immagine frizzante di una squadra di 20enni, guidata dal supereroe-fratello maggiore Zlatan Ibrahimovic, alimenta una narrazione utilissima a costruire una nuova identità del Milan. Gazidis segue un motto che era la stella cometa dell’Arsenal, il club inglese del quale era direttore generale: “Noi non acquistiamo superstar, le creiamo”. È quello che il Milan sta cercando di fare con Donnarumma, Theo Hernandez, Bennacer, Kessie, Leao, Saelemaekers e Brahim Diaz. Gazidis sa che, per completare l’opera, servono i risultati positivi sul campo. Ma già avere una squadra così giovane, che inizia a tenere testa alle altre grandi del campionato italiano, rappresenta una forma di attrazione sui ragazzi, proprio quella fascia di tifosi che inizia a mancare al calcio negli ultimi anni.
Il manager sudafricano, figlio di un attivista che ha pagato con il carcere l’opposizione all’apartheid, punta molto anche su un’immagine cosmopolita del Milan, a partire da una forte lotta a ogni forma di razzismo: “Il nostro impegno per la diversità e lo sviluppo della prossima generazione di talenti è al centro di tutto ciò che facciamo sia dentro che fuori dal campo – dice Gazidis – crediamo che questo evento rappresenti perfettamente i nostri obiettivi in quelle aree. Vogliamo trasmettere un messaggio di speranza e ottimismo per il futuro, in particolare durante questi tempi difficili che tutti stiamo affrontando, fornendo al contempo un trampolino di lancio a questo gruppo di artisti giovani, eterogenei e di immenso talento”. ‘From Milan with Love: Next Gen’ non sarà solo un concerto. É la tappa di partenza di un nuovo modo di raccontare il brand del Milan nel mondo.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Vezzali scrive a Gravina, numero uno della Figc: Ok del governo a 25% tifosi per gli Europei di calcio

Vezzali scrive a Gravina, numero uno della Figc: Ok del governo a 25% tifosi per gli Europei di calcio

Si rafforza la partnership tra Sky e Supertennis. Sulla pay 12 tornei tra Atp 500 e Atp 250

Si rafforza la partnership tra Sky e Supertennis. Sulla pay 12 tornei tra Atp 500 e Atp 250

Calcio, il Lecce lancia il canale tematico sul club e la squadra. In allenamento e negli spogliatoi con la squadra del cuore

Calcio, il Lecce lancia il canale tematico sul club e la squadra. In allenamento e negli spogliatoi con la squadra del cuore