Covid: nasce tavolo permanente Mibact per spettacolo e cinema. Franceschini: ascolto costante per i settori colpiti da pandemia

“Nasce il tavolo permanente per lo spettacolo e il cinema, necessario per l’ascolto costante di tutte le realtà di questi settori pesantemente colpiti dalla pandemia. Il dialogo continuo di questi mesi ha permesso di adottare importanti misure condivise. È ora di fare di questo dialogo un metodo di lavoro”. Così il ministro per i Beni e le attività culturali e per il Turismo, Dario Franceschini, al momento della firma di un decreto che ha istituito un tavolo permanente per lo spettacolo per l’emergenza Coronavirus, articolato in una sezione per lo spettacolo dal vivo e in una sezione per il cinema e l’audiovisivo.

(cco Photo by Denise Jans on Unsplash)

Il tavolo ha come obiettivo quello di esaminare le problematiche connesse all’emergenza da Covid-19 nel settore di competenza e valuta l’adozione delle opportune iniziative relative alle misure per far fronte ai danni diretti e indiretti derivanti dall’emergenza sanitaria, con particolare riguardo alla tutela dei lavoratori.

Nella sezione per lo spettacolo dal vivo, presieduta dal direttore generale Spettacolo, è presente un rappresentante per ognuna delle seguenti organizzazioni: Afi, Agis, Aidap, Anem, Anfols, Assolirica, Assomusica, Atip, Bauli in piazza, Cgil, Cisl, Cresco, Facciamo la conta, Fas, Federvivo, Feditart, Fem, Fials, Fime, Fimi, Italia live, La musica che gira, Pmi, Squadralive, Scena Unita, Ugl, Uil, Unita.
Nella sezione per il cinema e l’audiovisivo, presieduta dal direttore generale Cinema e Audiovisivo, è presente un rappresentante per ognuna delle seguenti organizzazioni: 100 Autori, Agici, Anac, Anec, Anica, Apa, Ape, Cgil, Cisl, Cna, Fidac, Ugl, Uil, Unita, Univideo.

Si tratta comunque di un tavolo aperto, che, si sottolinea, potrà sempre essere integrato da ulteriori associazioni od organizzazioni.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Licenziato per un post “denigratorio” su Facebook. L’azienda apre al reintegro dopo “adeguate scuse”

Licenziato per un post “denigratorio” su Facebook. L’azienda apre al reintegro dopo “adeguate scuse”

Dalle news del Sole 24 Ore al Corriere, da Fedez a Michela Murgia: Amazon Music lancia i podcast in Italia

Dalle news del Sole 24 Ore al Corriere, da Fedez a Michela Murgia: Amazon Music lancia i podcast in Italia

Il simbolo del gallo è solo per il Chianti (e non per altri vini): il Tribunale dell’Ue respinge la richiesta di registrazione marchio simile

Il simbolo del gallo è solo per il Chianti (e non per altri vini): il Tribunale dell’Ue respinge la richiesta di registrazione marchio simile