Sandro Bonomi, presidente di AVR

Sandro Bonomi è il nuovo presidente di Avr, l’Associazione federata Anima Confindustria che rappresenta a livello nazionale i costruttori di valvole, rubinetteria, attuatori, raccorderia e tubi flessibili.

Sandro Bonomi (foto sito ANIMA Confindustria)

“L’obiettivo principale – dichiara il nuovo presidente Sandro Bonomi – è quello di rafforzare ulteriormente Avr moltiplicando le azioni di proselitismo, oltre ad offrire stimoli di crescita personale e professionale al management delle aziende associate e portare all’attenzione degli associati temi di grande impatto per il futuro delle aziende quali la governance e il passaggio generazionale. Sarà necessario fornire spunti di riflessione istituendo il libro bianco dei settori rappresentati da Avr, porre rinnovata attenzione all’internazionalizzazione e ai rapporti con le associazioni di settore nel mondo e infine aprire un dialogo diretto con gli associati per raccogliere il loro sentiment e informazioni su come l’associazione può meglio contribuire al loro successo”.

Il settore rappresentato da Avr, riporta Adnkronos, nel 2019 ha raggiunto un fatturato di 7,5 miliardi di euro, di cui circa il 65% proveniente dalle esportazioni; in seguito alla crisi di quest’anno, i dati dell’Ufficio Studi Anima hanno previsto un calo, inevitabile, nel 2020 del -10,3%, per un fatturato a fine anno di 6,75 miliardi.

“Il periodo attuale – prosegue Bonomi – è sicuramente uno dei più difficili degli ultimi decenni. I settori della rubinetteria e valvolame italiani sono fra i più apprezzati all’estero ora è necessario ricordare a tutto il mondo che la fama dei nostri prodotti è dovuta alla qualità eccelsa delle aziende italiane. Tra le sfide dei prossimi anni, la green economy è l’obiettivo principale da raggiungere a livello europeo.
La digitalizzazione costituisce un elemento di forte trasformazione per il settore, sarà fondamentale. In questo scenario Avr si dovrà fare promotore di iniziative che guidano la trasformazione, avvalendosi anche della collaborazione con il Ceir (European association for the taps and valves industry), con le istituzioni e con gli enti di normazione italiani ed europei”.

Eletto anche il nuovo consiglio direttivo, che accompagnerà il presidente carica fino al 2022. Vice presidente raccordi: Ermanno Tanghetti (Effebì); vice presidente cromato: Maurizio Bellosta (Bellosta Rubinetterie); vice presidente industriali: Andrea Villa (Auma); vice presidente bronzo/ottone: Renato Brocchetta (Rubinetterie Bresciane Bonomi).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Flavio Ghiringhelli, presidente dell’IBAR

Flavio Ghiringhelli, presidente dell’IBAR

Mario Marzullo, alla guida di Contents Media

Mario Marzullo, alla guida di Contents Media

Nicola Antonacci, presidente di Fondazione per l’infanzia Ronald McDonald Italia

Nicola Antonacci, presidente di Fondazione per l’infanzia Ronald McDonald Italia