Bezos entra nel ricco mercato dei medicinali con Amazon Pharmacy

Il colosso di Jeff Bezos sta entrando nel settore delle farmacie con Amazon Pharmacy, un servizio che consente ai clienti di ordinare medicinali con prescrizione a domicilio.

Jeff Bezos (foto ANSA)

Secondo quanto riporta Yahoo Finanza, il servizio è disponibile al momento solo per gli utenti statunitensi, esclusi quelli di Hawaii, Illinois, Kentucky, Louisiana e Minnesota, e la nuova realtà prevede anche la consegna gratuita per i clienti Prime.Per usufruire del servizio è necessario avere 18 anni. Pharmacy accetta la maggior parte delle forme di assicurazione alla salute (indispensabile negli Stati Uniti), ma potrebbe essere conveniente anche per chi non ne ha una. I medici possono inviare le prescrizioni direttamente alla piattaforma, oppure i pazienti possono richiedere che queste vengano trasferite a un rivenditore esistente. Amazon ha assicurato di essere in grado di verificare che un medico ordini legittimamente ogni prescrizione e di reprimere eventuali frodi. TJ Parker, vicepresidente di Amazon Pharmacy, ha garantito inoltre che la raccolta di informazioni sulla salute dei clienti è conforme alle regole federali statunitensi.

Su Pharmacy sono disponibili farmaci generici e di marca, oltre a quelli comunemente prescritti come l’insulina. I clienti Prime hanno diritto alla consegna gratuita entro due giorni di tempo dall’ordine. Gli altri possono ricevere i prodotti senza pagare costi aggiuntivi entro cinque giorni, oppure pagare 5,99 dollari per averli in due giorni. Per gli abbonati è possibile inoltre avere accesso a degli sconti sulle prescrizioni: l’80% sui farmaci generici e il 40% su quelli di marca.

Il mercato delle farmacie negli Stati Uniti vale circa 300 miliardi di dollari. Con Pharmacy, Amazon minaccia il dominio dei due grandi rivenditori americani, CVS e Walgreens, ma anche gli affari di altri rivenditori che offrono medicinali, come Walmart.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Intervista a Giacomo Lasorella, il presidente di Agcom spiega la ratio e il senso del riassetto organizzativo varato ieri dal Consiglio dell’Autorità

Intervista a Giacomo Lasorella, il presidente di Agcom spiega la ratio e il senso del riassetto organizzativo varato ieri dal Consiglio dell’Autorità

G20 della Cultura a Roma, Franceschini: Cultura mezzo formidabile di dialogo tra popoli

G20 della Cultura a Roma, Franceschini: Cultura mezzo formidabile di dialogo tra popoli

Levi rieletto presidente Aie: La lettura è un’emergenza nazionale. Bene le vendite online ma il mercato sia equo e aperto

Levi rieletto presidente Aie: La lettura è un’emergenza nazionale. Bene le vendite online ma il mercato sia equo e aperto