Marta Cartabia presidente della commissione per individuare il direttore del Parco archeologico di Pompei

In ballo c’è la scelta del direttore del preziossimo Parco archeologico di Pompei, messa a bando il 17 settembre scorso con la procedura di selezione pubblica internazionale, una scelta tra 44 candidati di cui il 23% non italiani. A fare una prima scrematura per arrivare alla scelta finale su tre nomi, è una commissione nominata da un decreto diramato dal Ministro per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo, Dario Franceschini.

Marta Cartabia, (Foto ANSA)

La commissione è presieduta da Marta Cartabia, presidente emerita della Corte costituzionale e professoressa ordinaria di diritto costituzionale alla Bocconi, affiancata da Luigi Curatoli, Generale dell’Arma dei carabinieri, già Direttore del Grande progetto Pompei; Carlo Rescigno, Accademico dei Lincei, professore ordinario di archeologia classica nella Università degli studi della Campania “L. Vanvitelli”; Andreina Ricci, già professoressa ordinaria di metodologia e tecnica della ricerca archeologica nell’Università di Roma “Tor Vergata”; Catherine Virlouvet, professoressa emerita nell’Università d’Aix-Marseille, già direttrice della École française di Roma.

La commissione selezionerà i dieci candidati ritenuti più idonei tra le 44 candidature ricevute, e li convocherà a colloquio. All’esito dei colloqui la commissione individuerà una terna di candidati che sarà sottoposta al Ministro per la scelta finale. La conclusione della procedura e la conseguente nomina del direttore è prevista per il 31 marzo 2021.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Black Friday, boom di tentativi di truffa su web e social. I consigli Codacons per evitarle

Black Friday, boom di tentativi di truffa su web e social. I consigli Codacons per evitarle

Cinema e audiovisivo: via al tavolo Mibact per il rilancio del settore dopo l’emergenza Covid

Cinema e audiovisivo: via al tavolo Mibact per il rilancio del settore dopo l’emergenza Covid

‘Roba da paesi comunisti’. Trump attacca i social e chiede (di nuovo) lo stop a immunità per le big tech

‘Roba da paesi comunisti’. Trump attacca i social e chiede (di nuovo) lo stop a immunità per le big tech