Rete Unica, Gualtieri e Patuanelli scrivono ad Enel: progetto per il Paese. Auspicato contributo

I ministri dell’Economia Roberto Gualtieri e dello Sviluppo Economico, Stefano Patuanelli hanno scritto una lettera al presidente e all’amministratore delegato di Enel sul progetto della ‘Rete Unica’. Il governo – spiega la lettera – valuta con favore il progetto, che ha una forte importanza per il Paese, e “auspica” che la società, nell’ambito della propria autonomia, possa “contribuire al successo”.

La lettera inviata dai due ministri arriva alla vigilia della presenzazione del Piano 2021-24 da parte della società guidata da Francesco Starace e appare, segnala Ansa, un garbato pressing sul progetto che punta a coinvolgere la controllata Open Fiber e il fondo Macquarie (che dovrebbe acquistarne delle quote) alla creazione della rete unica con Tim.

Stefano Patuanelli e Roberto Gualtieri (Foto Ansa)

“Nell’attuale situazione di emergenza sanitaria – viene spiegato in un passaggio – tale obiettivo risulta quanto mai urgente e non rinviabile”. La lettera mette in risalto da subito l’importanza dle progetto. “In relazione alla valutazione delle offerte di acquisto della quota di Enel in Open Fiber – scrivono i due ministri – il Governo auspica che codesta società, nel perseguimento dell’interesse aziendale, consideri la rilevanza strategica per il Paese del progetto di costituzione della cosiddetta “rete unica” nazionale, ossia di una rete integrata, aperta all’accesso ed al coinvestimento di tutti gli operatori di mercato interessati”.

“Il Governo ritiene che tale progetto sia la base di partenza per consentire l’ottimizzazione ed il potenziamento degli investimenti di infrastrutturazione in fibra ottica, accelerando la transizione tecnologica del Paese, in coerenza con gli obiettivi delineati nel piano Next Generation EU, e assicurando così, quanto prima, a cittadini ed imprese un accesso efficace, efficiente, sicuro e paritario ai servizi pubblici”.

“In considerazione di tali auspicate ricadute, che consideriamo estremamente positive per il Paese, concludono i due ministri, il Governo, come più volte pubblicamente manifestato, valuta con favore la creazione della società della cosiddetta “rete unica” – purché, come comunicato al mercato alla fine dello scorso mese di agosto dai soggetti promotori, sia garantita l’indipendenza e la terzietà – ed auspica che, nell’ambito della propria autonomia decisionale, le scelte di codesta società contribuiscano al successo di un progetto di cruciale importanza economica e sociale per il Paese, con la piena consapevolezza, da parte di chiunque dovesse acquistare, degli obiettivi sopra delineati”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Juve, Real e Barcellona replicano alla Uefa:  Superlega avrà luogo quando sarà riconosciuta

Juve, Real e Barcellona replicano alla Uefa: Superlega avrà luogo quando sarà riconosciuta

Repubblica rivoluziona il lavoro in redazione. Dal 10 maggio spostato la mattina l’asse del giornale. Stop a “pigri automatismi”

Repubblica rivoluziona il lavoro in redazione. Dal 10 maggio spostato la mattina l’asse del giornale. Stop a “pigri automatismi”

Superlega. Accordo tra Uefa e 9 club per il reintegro. Juve, Real Madrid e Barça deferiti. Ceferin: club hanno riconosciuto loro colpa

Superlega. Accordo tra Uefa e 9 club per il reintegro. Juve, Real Madrid e Barça deferiti. Ceferin: club hanno riconosciuto loro colpa