Android studia ‘Heads Up’, funzione che ricorda di non guardare il telefono mentre si cammina

Android è al lavoro su una funzione che ricorderà all’utente di non usare il telefono quando si è in movimento. Heads Up, così si chiama la funzione, secondo il sito specializzato 9to5Google sarà all’interno di Digital Wellbeing cioè quella parte della piattaforma dedicata al benessere digitale.

Heads Up – rilevata per il momento nelle versioni di sviluppo dell’app, quindi non si sa esattamente quando sarà disponibile – è rivolta, riporta Ansa, a quelle persone che si aggirano per strada a testa bassa, con gli occhi incollati sullo smartphone, incuranti di traffico e situazioni pericolose. In gergo si chiamano ‘smombie’, neologismo che deriva dall’unione delle parole zombie e smartphone.

cco Foto di StockSnap da Pixabay

Una volta che l’utente avrà concesso alla funzione i permessi per monitorare posizione e svolgimento dell’attività fisica, questa capirà se si sta allo stesso tempo camminando e usando il telefono e invierà una notifica con la quale inviterà l’utente a scegliere solo una delle due attività.
La notifica contempla messaggi diversi (come Fa’ attenzione, Alza lo sguardo, Attento a dove metti i piedi) accompagnati a un’emoji adatta.

Due anni fa agli ‘smombie’ è stata dedicata nella città cinese di Xian una corsia riservata, fuori da un centro commerciale. La strada è larga circa un metro e lunga alcune centinaia di metri. Per identificarla sono presenti raffigurazioni dello smartphone e le scritte “solo per dipendenti da smartphone”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Padel Tv debutta su Twitch

Padel Tv debutta su Twitch

WhatsApp, a breve nuove funzioni dedicate all’eCommerce di prossimità

WhatsApp, a breve nuove funzioni dedicate all’eCommerce di prossimità

Colao: entro fine anno il bando gara per il Polo Cloud nazionale, necessario per raggiungere la cyber-resilienza

Colao: entro fine anno il bando gara per il Polo Cloud nazionale, necessario per raggiungere la cyber-resilienza