Mondelēz amplia la collaborazione con Publicis. Produzioni emea a Publicis Production

Stavolta non sono stati solo Sapient ed Epsilon, i giganti tech in dotazione al gruppo di Arthur Sadoun, a fare la differenza, anche se pure in questo caso ad entrare in gioco sono state logiche di integrazione sempre più avanzata dell’offerta di consulenza. Mondelēz International ha deciso di ampliare la collaborazione con Publicis Groupe assegnando le attività di produzione per i mercati europei a Publicis Production. L’incarico coprirà 32 mercati europei, tra cui UK, Francia, Germania e Italia. La sede centrale sarà a Parigi.

Arthur Sadoun (Foto Ansa – EPA/ETIENNE LAURENT)

L’offerta costruita su misura comprenderà i Content Studios che producono contenuti esclusivi, digital origination and adaptation, e sarà integrata all’interno dell’attuale Publicis Groupe Power Of One team per Mondelēz International. Fran Pessagno, Publicis Groupe Client Lead, ha commentato: “Siamo lieti non solo di ampliare la nostra partnership con Mondelēz International, ma anche di essere stati scelti come partner nella loro trasformazione per fornire una customer experience completamente connessa. Il modello attingerà alla forza delle nostre connected capability attraverso la creatività, i media e la produzione di Publicis Groupe”. Publicis Groupe è responsabile di una parte significativa delle attività media per Mondelēz International, compresi i mercati Latin America, MENA, Cina e Southeast Asia. È inoltre a capo della creatività globale per il portfolio Biscuits e Gum.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Lampugnani lascia TBWA e va con Costa. Pagano promosso chief creative officer

Lampugnani lascia TBWA e va con Costa. Pagano promosso chief creative officer

È on air dal 13 settembre la nuova campagna ASviS

È on air dal 13 settembre la nuova campagna ASviS

Radio 24 lancia la campagna ‘Tante voci diverse per una radio fuori dal coro’

Radio 24 lancia la campagna ‘Tante voci diverse per una radio fuori dal coro’