- Prima Comunicazione - https://www.primaonline.it -

Feltrinelli inaugura la prima libreria ibrida e debutta nella formazione

L’inaugurazione della prima libreria ibrida e l’ingresso nel campo della formazione con la piattaforma Feltrinelli Education: preceduto da un saluto della ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina, Carlo Feltrinelli, presidente del gruppo, ha illustrato all’interno della libreria di piazza Piemonte a Milano, aperta al pubblico da domani, i due nuovi progetti avviati “nella consapevolezza del clima d’incertezza e fragilità che ci circonda”. Feltrinelli ha raccontato che molti gli hanno chiesto se aprire una libreria di questo tipo proprio ora sia un atto di coraggio. “La mia risposta è no, è l’attitudine del nostro gruppo che spesso ha preso iniziative anticicliche in favore del cambiamento”, ha detto ricordando i 90 anni dalla nascita di Inge Feltrinelli, che ha sempre stimolato e appoggiato i nuovi percorsi di crescita del gruppo.

[1]

Carlo Feltrinelli

La nuova libreria, 2mila mq, è ibrida in quanto integra la tradizionale offerta di libri e musica con il digitale. 45mila titoli disponibili, lo spazio del Libraccio per i libri usati con 4mila refrenze dai libri fuori catalogo a quelli da collezione, l’area Kidz con 6mila titoli e l’area Comics & Games, 3mila titoli di musica, 2mila di home video; e poi l’Arena per incontri e presentazioni, il Red Caffè e il corner Potafiori di Rosalba Piccini. Ma soprattutto 28 librai, ai quali si uniscono i 1.200 librai della catena delle librerie Feltrinelli che recensiscono in video i grandi classici e le novità sugli schermi touch screen, l’app laFeltrinelli o il sistema di self scanning via QRcode.

[2]

Alberto Rrivolta

La libreria può raggiungere i lettori anche a casa grazie alla consulenza di un libraio con cui dialogare via Facebook e Whatsapp o, in alternativa, prenotando un appuntamento in negozio attraverso il sito lafeltrinelli.it o l’app laFeltrinelli. Il servizio Whatsapp, abilitato anche in altre 50 librerie in tutto il Paese, consente ai lettori di contattare il punto vendita più vicino e verificare in 15 minuti la disponibilità dei titoli, scegliendo se ritirarli in negozio o riceverli a casa, attraverso il servizio multicanale reso possibile dall’integrazione tra la rete di librerie e la piattaforma di e-commerce che unisce Feltrinelli, Ibs e Il Libraccio.
Il digitale si applica anche ai pagamenti con, in aggiunta alle casse tradizionali, i servizi in mobilità gestiti via Pos direttamente dai librai, lo scan&go tramite l’app laFeltrinelli sul device del cliente e il servizio di self checkout.

[3]

Massimiliano Tarantino

La scelta di entrare nel mondo della formazione, ha spiegato il direttore di Feltrinelli Education, Massimiliano Tarantino, “nasce dall’idea che nella dimensione di cambiamento continuo che viviamo debba evolvere anche la formazione andando incontro alle esigenze delle persone”. L’offerta iniziale è di oltre 80 prodotti educativi tra formazione ed edutainment, fruibili live e on demand sulla piattaforma digitale FeltrinelliEducation.it. Sei gli ambiti della conoscenza individuati come indispensabili: Comunicazione & Creatività, Economia & Marketing, Digital Change, Formazione ed Educazione, Soft Skills e Complessità. I format sono quattro: i corsi formativi, 28 percorsi educativi; quelli progettati per le professioni del futuro; i laboratori basati sul concetto di learning by doing; il Dizionario del cambiamento: una collana di 3 video-corsi che ha l’obiettivo di introdurre il contesto storico, linguistico, filosofico delle questioni più urgenti della contemporaneità.
A questi si aggiungono Le Lezioni d’Autore, format di edutainment basato sul racconto degli autori per entrare nel vivo delle loro professioni e passioni. Ciascun autore articola il suo racconto in un ciclo di 3 video-lezioni on demand da 30 minuti ciascuna su temi chiave della contemporaneità, disponibili sulla piattaforma ma anche nelle librerie. I primi sono Oliviero Toscani, Telmo Pievani, Carlo Greppi, Alessandro Baricco, Gad Lerner, Eva Cantarella, Filippo Ceccarelli, Simonetta Agnello-Hornby. Seguiranno altri tra cui Lucia Annunziata, Paolo Cognetti, Chiara Gamberale.