Il Salone del Mobile di Milano si farà a settembre. Fondazione Fiera: segnale di ottimismo, settore vuole ripartire completamente

L’edizione 2021 del Salone del Mobile di Milano si terrà a settembre. L’annuncio della data arriva dopo “lunghe e articolate riflessioni” che hanno coinvolto i vertici del Salone del Mobile e Fiera Milano nella valutazione delle migliori soluzioni per confermare l’evento e garantire la sicurezza.
La sessantesima edizione del Salone, riporta Adnkronos, si terrà non come tradizione ad aprile ma dal 5 al 10 settembre.

Claudio Luti

“Poter realizzare il Salone il prossimo anno – afferma il presidente del Salone del Mobile, Claudio Luti – è priorità assoluta per tutti noi che viviamo di design. Abbiamo lavorato con molta cautela in queste settimane per evitare di fare proclami o annunci che dovessero poi essere smentiti o rivisti alla luce di nuove evoluzioni. Spostare la data del Salone del Mobile non è un semplice esercizio di calendarizzazione, ma deve tener conto dei molti giorni necessari per allestire e disallestire i diversi padiglioni e questo, a sua volta, deve coincidere con le esigenze di molte altre manifestazioni che utilizzano gli spazi di Fiera Milano”, spiega. “Confidiamo che lo slittamento a settembre possa lasciare i giusti tempi per superare la fase ancora acuta della pandemia e rappresentare davvero una ripartenza reale a livello globale. Abbiamo tutti bisogno del Salone a Milano”, continua Nuti. “I clienti e i designer di tutto il mondo, così come la stampa che ci segue a livello internazionale, ci hanno chiesto insistentemente in questi mesi risposte sulla conferma dell’edizione. Ci saremo e saremo ancora più belli e motivati come motivate sono le imprese che stanno lavorando per progettare e produrre le migliori proposte possibili. Dopo un così lungo tempo di distanziamento fisico e sociale in ogni ambito, vorremmo poter pensare al Salone dell’incontro e del confronto reale e poter tornare a emozionarci insieme con una città animata di nuovi propositi”.

Enrico Pazzali (foto Olycom)

Enrico Pazzali (foto Olycom)

 

“Lo slittamento della prossima edizione del Salone del Mobile a settembre 2021, invece che come di consueto in primavera, “rappresenta la conferma della volontà del nostro settore di ripartire completamente dopo la sosta forzata imposta dalla pandemia”. Lo afferma il presidente di Fondazione Fiera Milano, Enrico Pazzali, in una nota.  La decisione segue di poche ore quella di far svolgere le manifestazioni del fashion system nel mese di marzo 2021. “Un grande segnale di ottimismo dunque quello che viene da Fiera Milano che, grazie a manifestazioni come queste, riesce a far convergere sull’intero sistema economico di Milano e della Regione Lombardia ricadute valutate intorno agli 8 miliardi di euro”, aggiunge. “Con la capacità collaudata di fare sistema tra privati e istituzioni messa in campo proficuamente soprattutto in questi ultimi anni, daremo il nostro contributo come sistema fieristico milanese – conclude – alla ricostruzione e rigenerazione dell’economia del nostro Paese e delle imprese”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

L’offerta Discovery+ integrata in TimVision. Oltre all’intrattenimento tanto sport grazie ai contenuti Eurosport

L’offerta Discovery+ integrata in TimVision. Oltre all’intrattenimento tanto sport grazie ai contenuti Eurosport

Mediaset deposita in Consiglio di Stato l’appello su Vivendi dopo la sentenza del Tar che scongela il 20% del Biscione in mano francesi

Mediaset deposita in Consiglio di Stato l’appello su Vivendi dopo la sentenza del Tar che scongela il 20% del Biscione in mano francesi

Il Festival di Sanremo sarà in sicurezza e si atterrà al Dpcm. Coletta (Rai1): Al pubblico dobbiamo evasione e intrattenimento, lo facciamo per questo

Il Festival di Sanremo sarà in sicurezza e si atterrà al Dpcm. Coletta (Rai1): Al pubblico dobbiamo evasione e intrattenimento, lo facciamo per questo