Il giornalismo, la passione per la Lazio e il Cda Rai. La scomparsa di Arturo Diaconale

E’ morto nella sua casa romana Arturo Diaconale. Il giornalista, portavoce ufficiale della Lazio, lottava da tempo contro un male incurabile e le sue condizioni si erano aggravate.

Abruzzese di nascita, ì75 anni, Diaconale nella sua carriera aveva lavorato nella redazione romana del Giornale di Sicilia, al Giornale, per poi dirigere L’Opinione.  Negli anni 90 impegni in tv come redattore capo di Studio Aperto, e nel 1995 a Rai3 come ideatore e conduttore del programma Ad armi pari.
Dal 2015 al 2018 è stato membro del Cda Rai, durante la direzione di Antonio Campo Dall’Orto, poi sostituito da Mario Orfeo.

Arturo Diaconale (Foto ANSA)

Diaconale ha ricoperto le cariche di vice-segretario nazionale della Federazione Nazionale Stampa Italiana e segretario dell’Associazione Stampa Romana.
“Un collega perbene, una persona acuta e sempre, in qualunque situazione, di grande gentilezza e disponibilità”, è stato il ricordo dell’Asp, l’Associazione stampa parlamentare di cui Diaconale è stato socio dal 1979 al 2009, sottolineandone “la grande inclinazione e sensibilità verso i giovani alle prime armi”.

“Una vita dedicata al giornalismo, sindacalista appassionato, uomo brillante e rispettoso, di rara intelligenza e cultura”, il saluto della Fnsi.

“Giornalista, saggista, conduttore di programmi televisivi, politico per passione, sindacalista, in ognuno di questi campi Arturo Diaconale ha operato con il suo stile mai gridato, pronto al confronto e alla riflessione. Anche in Rai di cui è stato consigliere di amministrazione dal 2015 al 2018, ha portato il suo prezioso contributo di idee sempre improntato al dialogo e allo spirito che contraddistingue il servizio pubblico, aperto e inclusivo, pluralistico nell’informazione e nel rispetto dei cittadini”, è stato il saluto dei vertici Rai Marcello Foa e Fabrizio Salini, cui si sono uniti anche i membri del precedente cda.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Vaccarono via da Google per diventare ceo e dg di Multiversity con e per CVC

Vaccarono via da Google per diventare ceo e dg di Multiversity con e per CVC

Musk: Tesla vicina al fallimento 7 volte ed è stato difficile trovare investitori, ma ora andiamo bene

Musk: Tesla vicina al fallimento 7 volte ed è stato difficile trovare investitori, ma ora andiamo bene

Colao: Innovazione è fondamentale, ce la faremo ma bisogna semplificare. Il Pnrr è debito, serve un lavoro di lungo periodo

Colao: Innovazione è fondamentale, ce la faremo ma bisogna semplificare. Il Pnrr è debito, serve un lavoro di lungo periodo