- Prima Comunicazione - https://www.primaonline.it -

Il Consiglio regionale del Lazio approva contributi per 2 milioni di euro per l’editoria locale

Il Consiglio regionale del Lazio, presieduto da Mauro Buschini (Pd), riunito in modalità telematica mista (parte dei consiglieri nell’Aula consiliare, la maggior parte in remoto) ha approvato, con 30 voti a favore, due contrari, 10 astenuti, la Proposta di deliberazione consiliare n. 25/2018, ‘Piano degli interventi 2019-2020. Interventi a sostegno delle emittenti radiotelevisive e testate on line locali. Legge regionale 28 ottobre 2016, n. 3 (Disposizioni di riordino in materia di informazione e comunicazione) e successive modifiche’.

[1]

Mauro Buschini

Grazie a questo provvedimento si giungerà a breve a un avviso pubblico, per l’assegnazione di contributi a fondo perduto per un ammontare complessivo di 1,3 milioni di euro, a sostegno di quelle aziende che hanno subito gli effetti negativi dell’emergenza Covid-19. Come ha spiegato all’Aula l’assessore allo Sviluppo economico, Paolo Orneli, la Giunta con un’apposita delibera porterà a due milioni di euro l’importo complessivo dell’apposito avviso pubblico che sarà pubblicato entro dicembre.

Sono destinatari degli interventi le emittenti radiotelevisive locali e le testate giornalistiche online del Lazio che diffondono online informazione e format giornalistici di carattere locale con frequenza quotidiana.
Questi i requisiti che saranno richiesti per l’accesso al sostegno: calo del fatturato tra aprile e giugno 2020, rispetto allo stesso periodo del 2019, pari o superiore al 30 per cento; rispetto della normativa in materia di regolarità contributiva e assicurativa; assenza di cause di divieto, sospensione o decadenza previste dalla normativa antimafia; presenza di almeno una sede operativa nel Lazio; iscrizione al Registro degli operatori della comunicazione (Roc) tenuto presso il Corecom Lazio, se previsto dalla normativa; iscrizione presso il tribunale del luogo in cui è situata la sede legale; adesione ai codici di autoregolamentazione attualmente vigenti.

L’entità del contributo, nell’ambito dell’importo minimo e massimo che sarà stabilito per l’avviso pubblico, sarà calcolata in base al numero delle domande pervenute e ai seguenti criteri: presenze di personale con contratto di lavoro; ammontare del fatturato nel 2019.