5G, appello Huawei all’Ue: assicurare libertà di scelta dei fornitori. Gli Usa politicizzano la questione

Il colosso tecnologico cinese Huawei “ha tutto l’interesse ad aiutare l’Unione europea a diventare leader mondiale nelle reti 5G” e agli operatori del vecchio continente si assicuri “la libertà di scegliersi i propri fornitori”. E’ l’appello lanciato dal vicepresidente di Huawei per l’Europa, Abraham Liu, durante l’annuale Web Summit organizzato a Lisbona, uno dei più grandi eventi globali dedicato alla trasformazione digitale, trasmesso online in tutto il mondo e a cui dovrebbero assistere fino a 100mila persone.

“In Europa, un mercato unico digitale, gli operatori meritano libertà di scelta”, ha dichiarato Liu nel corso dell’evento all’agenzia di stampa portoghese Lusa. Secondo il dirigente dell’azienda cinese, Huawei può offrire “diverse soluzioni in termini di fornitura a vari Paesi”.

Il logo di Huawei (Foto Ansa – EPA/JENS SCHLUETER)

Il manager si è poi mostrato fiducioso sulla capacità dell’Ue di resistere alle pressioni degli Stati Uniti, che mirano a escludere Huawei dalle reti 5G in tutto il mondo. “La leadership americana sta cercando di estendere la propria influenza in Europa”, ha ribadito Liu. “E’ un tentativo di politicizzare la questione ma gli europei hanno il loro modo di affrontare la sicurezza informatica”.

“Abbiamo una visione dello sviluppo futuro e di come la tecnologia digitale possa aiutare la crescita”, ha rimarcato Liu. “I miei colleghi e io siamo sempre disponibili a contribuire a questo dibattito”. “Assistiamo a una serie di sfide comuni come il cambiamento climatico, la pandemia, e solo con la collaborazione globale Europa, Cina e America, insieme saranno in grado di affrontare meglio tali sfide”, ha concluso.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Google, da Antitrust multa da 100 milioni di euro per abuso di posizione dominante. Big G: rispettosamente in disaccordo

Google, da Antitrust multa da 100 milioni di euro per abuso di posizione dominante. Big G: rispettosamente in disaccordo

Malagò confermato presidente Coni 2021-2024: ultimo mandato, non mi risparmierò. Gravina (Figc), contento che calcio torni in giunta

Malagò confermato presidente Coni 2021-2024: ultimo mandato, non mi risparmierò. Gravina (Figc), contento che calcio torni in giunta

TOP SQUADRE DI CALCIO SOCIAL, best post e paid post. Nel mese della Superleague, Juve in trend calante, Inter supera il Milan (domina paid post)

TOP SQUADRE DI CALCIO SOCIAL, best post e paid post. Nel mese della Superleague, Juve in trend calante, Inter supera il Milan (domina paid post)