Il premier Conte fa bene alla tv. Due terzi della platea per il Dpcm Natale: 18,641 milioni alle 21.29; 8,7 milioni sul Tg1. Tg2 assente

Una comunicazione più a fuoco e tempi finalmente rispettati. Il discorso sul nuovo Dpcm che decide di Natale e Capodanno, cenoni e sciate, visite ai parenti dei fuori sede, stavolta è partito in perfetto orario, senza costringere reti e tg a stravolgere la programmazione.

E così Giuseppe Conte ha fatto bene al bilancio degli ascolti del Tg1 (7,590 milioni di spettatori ed il 28%), del TgLa7 (1,6 mln e 5,8%), e un po’ meno a quello del Tg5 (5,4 mln e 19,7%, in media con le performance nornali o quasi) nonché, certamente a SkyTg24, che ha fatto il 2,5% di share. Conte ha trainato anche l’ottimo risultato di Lilli Gruber (2,451 milioni di spettatori e 8,5%) e la discreta prova di Barbara Palombelli (1,483 milioni e 5,2%), che l’hanno utilizzato ‘porzionato’ nei propri talk in access prime time. Si è invece notata ancora una volta la scelta politica (?) del Tg2 e di Tg2 Post di non sommarsi alle reti che hanno trasmesso la conferenza stampa del premier, limitandosi al resoconto e al commento.

Conte si è collegato a ‘reti unificate’ (Tg1, Tg5 e TgLa7 e ‘Anteprima Otto e mezzo’, ‘Stasera Italia prima parte’, le reti tematiche all-news) alle 20.20, terminando la prima parte dell’incontro, quella col suo messaggio, intorno alle 21.35 circa; poi ha risposto alle domande dei giornalisti chiamati in causa dal suo portavoce Rocco Casalino. Tg1 e Tg5 si sono fermati alla prima parte dell’incontro, Barbara Palombelli e quindi La7 con Lilli Gruber hanno trasmesso la prima parte del botta e risposta, che invece è stato coperta da Rainews24, SkyTg24, Tgcom24.

Conte ha conseguito il picco di ascolti della giornata e della serata tv: alle 20.29 su Rai1 – dicono i numeri elaborati da Studio Frasi – ha raggiunto quota 8,7 milioni di spettatori. In quel momento, considerate tutte le altre emissioni, il premier ha raggiunto quota 18,641 milioni di spettatori con il 65% di share. La platea dei due terzi degli italiani davanti al video è oramai una costante dei più importanti messaggi del premier sul tema dei provvvedimenti antipandemia.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

America first e digital first. In Condé Nast Italia tagli e riorganizzazione: 26 esuberi su 69 giornalisti (direttori esclusi)

America first e digital first. In Condé Nast Italia tagli e riorganizzazione: 26 esuberi su 69 giornalisti (direttori esclusi)

Rai, Borioni e Laganà: nuova sede di Milano ha altissimo valore strategico, ma pressioni su vertici sono irrispettose

Rai, Borioni e Laganà: nuova sede di Milano ha altissimo valore strategico, ma pressioni su vertici sono irrispettose

Salini arrabbiato per il servizio “antieuropeista” trasmesso da ‘Anni 20’ su Rai2; in arrivo provvedimenti

Salini arrabbiato per il servizio “antieuropeista” trasmesso da ‘Anni 20’ su Rai2; in arrivo provvedimenti