Per TimVision super-palinsesto e partnership con Discovery (e Olimpiadi). Gubitosi: la piattaforma più ricca; Fabiano: fetta importante del business

TIMVISION

“Siamo la piattaforma più ricca in Italia grazie agli accordi con Disney, che è stato un grandissimo successo, con Amazon, con Netflix con Discovery, con tantissimi altri e grazie alle produzioni che TimVision fa da sola”. Così l’amministratore delegato di Tim Luigi Gubitosi in un saluto alla presentazione del palinsesto di TimVision che, ha detto, “si è dimostrata all’altezza delle aspettative”.

“Non abbiamo l’ambizione di essere un grande produttore, di competere ma – ha spiegato – di coprire quelle nicchie che interessano ad ampi strati del pubblico e non risultano coperte da altri, in particolare dai produttori internazionali che non hanno un interesse del genere per il nostro paese”. L’anno nuovo “si preannuncia un anno sfidante perché le ambizioni sono alte, ma con con un team, con delle capacità e degli asset già provati la strada è già ben tracciata” ha concluso l’ad.

Durante la presentazione, alla quale ha preso parte anche Luca Josi Direttore Brand Strategy, Media & Multimedia Entertainment di Tim, Andrea Fabiano, Responsabile Entertainment di Tim ha annunciato l’accordo con Discovery, che porterà su TimVision da gennaio anche l’offerta di Discovery+, piattaforma streaming del broadcaster Usa fresca di debutto.
La partnership si affianca all’accordo in esclusiva con Disney+ (in abbinamento alle offerte di Tim) e alle collaborazioni con Netflix, Sky/Now tv, Dazn, Mediaset, Turner, ViacomCBS Networks Italia, Chili, Prime Video e VatiVision.

Tante le nuove produzioni originali realizzate in esclusiva per la tv di Tim. Dal docutalent Riccardo Muti Academy, in onda a partire dall’11 dicembre, che vede protagonista la grande musica classica e l’opera lirica. Un inedito racconto che descrive la selezione di quattro nuovi direttori d’orchestra dell’Italian Opera Academy, fondata dal Maestro nel 2015 a Ravenna. E poi un progetto nato dall’idea di Roberto Bolle e dedicato agli appassionati della danza, nel quale si scopriranno tanti stili, dal classico alla street dance.

Spazio anche agli amanti degli animali, dal 14 dicembre, con la Dottoressa Giordy, ovvero la veterinaria Chiara Giordano, sempre pronta ad aiutare i piccoli amici degli uomini nel suo magnifico casale, e alle eccellenze delle imprese italiane con Brave! Le aziende che accendono l’Italia (già in onda su TimVision dal 2 dicembre).

Luca Josi

Ai protagonisti dello sport sono dedicate due produzioni: ‘Fabio, Prendere o lasciare’, docufilm che racconta il percorso di riabilitazione, dopo l’intervento chirurgico dello scorso maggio, del tennista Fabio Fognini, nella Top Ten mondiale nel 2019, e Uniche, la docu-serie che ripercorre le storie e le emozioni delle calciatrici del campionato di Serie A Femminile. Le due proposte saranno in onda a partire da gennaio. Un occhio di riguardo anche all’istruzione con ‘Scuola Tim Vision’, programma di edutainment rivolto ai bambini della scuola primaria, un appuntamento giornaliero durante il quale si ripasserà tutto quello che si è imparato in classe durante la mattina. Sempre in arrivo a gennaio I libri di Sonia, programma condotto da Sonia Bruganelli che incontrerà gli autori dei libri in classifica, tra gli altri Federico Moccia e Raoul Bova. Infine, il 30 dicembre, in anteprima esclusiva per l’Italia, sarà pubblicata l’attesissima stagione finale di Vikings, serie di ambientazione storica che ha conquistato il pubblico di tutto il mondo.

“Tim crede nell’intrattenimento tv e pensa che su questo possa fondarsi una fetta importante del business dell’azienda. In pochi mesi siamo riusciti a costruire una proposta eccellente e fruibile comodamente sul Timvision Box, senza vincoli e con evidente vantaggio di prezzo”, dice Andrea Fabiano, responsabile Entertainment di Tim. E Luca Josi, direttore Brand Strategy Media e Multimedia Entertainment di Tim, dichiara: “Siamo convinti che l’intrattenimento televisivo sia una delle chiavi per la trasformazione di Tim. Abbiamo agito su ogni aspetto rendendo Timvision una scatola magica dei desideri capace di soddisfare i desideri di tutti grazie a mondi straordinari di contenuti cui ora si affiancano i nostri primi progetti di produzione originale”. E sulle serie: “Torneranno le nuove stagioni delle serie cult di Timvision. E non escludo che l’anno prossimo ci saranno anche altri prodotti in prima visione assoluta per il nostro paese. Valuteremo di volta in volta singoli progetti per capire se possono essere interessanti. Per quel che riguarda la quinta stagione di Skam Italia se ci fosse qualche novità siamo disponibili a valutare se esserci o meno”.

Andrea Fabiano

Tutti questi contenuti saranno disponibili su Timvision Box, che in un’unica interfaccia permetterà di accedere ai contenuti di Timvision e dei partner e ai canali del digitale terrestre.

Muti, ‘TimVision si interessa ai giovani, mi riempie il cuore di speranza’
“Volevo ringraziare, come musicista e come cittadino interessato alla cultura l’ad di Tim Luigi Gubitosi per aver reso possibile un progetto così importante in un momento di grave difficoltà per la cultura non soltanto in Italia, ma anche in Europa e nel Mondo”. E’ quanto ha dichiarato Riccardo Muti intervenendo alla presentazione del nuovo palinsesto di TimVision, protagonista del docu-talent ‘Riccardo Muti Academy’. “Essersi interessati ai giovani direttori e ai giovani collaboratori significa puntare sul futuro – ha aggiunto Riccardo Muti – E il fatto che, attraverso TimVision, verrà mandato in onda questo percorso in varie puntate mi riempie il cuore di speranza per il futuro della nostra società”.
‘Riccardo Muti Academy’, prodotto in esclusiva dalla tv di Tim racconta, dall’11 dicembre in cinque puntate, il processo di selezione di quattro nuovi direttori d’orchestra dell’Italian Opera Academy fondata dal grande maestro nel 2015 a Ravenna e che si tiene anche a Tokyo nell’ambito dello Spring Festival. Durante l’Italian Opera Academy attraverso tutte le fasi di preparazione, dalle prove al pianoforte con i cantanti, alle prove con l’orchestra, Riccardo Muti trasmette la propria idea interpretativa non solo ai giovani musicisti, ma anche al pubblico.
Uno degli aspetti interessanti di questa Accademia, infatti, è la possibilità di assistere in teatro a tutte le sessioni di prove. Tutti, dagli studenti di Conservatorio, al pubblico di appassionati, musicisti e non solo, possono quindi osservare il lavoro dietro le quinte di un direttore d’orchestra come Muti e carpire così alcuni segreti dell’arte della direzione d’orchestra. Su TimVision lo spettatore potrà vivere la passione per la musica lirica di un gruppo di giovani talenti, quattro aspiranti direttori d’orchestra e cinque maestri collaboratori, provenienti da tutto il mondo, e seguire la loro eccezionale esperienza. Preparare un concerto con Riccardo Muti, il maestro che da oltre 50 anni rappresenta l’eccellenza italiana nel mondo.

Le vicende dei giovani aspiranti direttori d’orchestra si intrecciano con quelle della città di Ravenna. Per due settimane le telecamere seguono i giovani candidati, inizialmente 18, nel processo di selezione, nelle prove con l’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini, fondata dal maestro nel 2004 e composta da giovani, tutti sotto i 30 anni, nei momenti di pausa all’interno della struttura e nei brevi attimi di svago fuori dal mondo dell’Academy, raccontando con un linguaggio diretto e immediato l’arte e la bellezza anche attraverso i monumenti della città.

Il sogno dei ragazzi passa per un processo di selezione rigorosissimo. Il docu-talent permetterà di conoscere meglio gli allievi e il loro processo di crescita personale ed artistica grazie alle lezioni e ai consigli del maestro Muti e saranno gli stessi ragazzi a documentare, minuto per minuto, con il proprio smartphone le emozioni scaturite da questa esperienza. Seguendo le indicazioni che Muti darà agli allievi per preparare il concerto al massimo livello d’esecuzione che prevede ‘I Pagliacci’ di Ruggero Leoncavallo e ‘La cavalleria Rusticana’ di Pietro Mascagni, anche il pubblico avrà gli elementi per godere, per la prima volta, in maniera consapevole e naturale della ricchezza e bellezza dell’Opera italiana.

I quattro finalisti saliranno infine sul podio del Teatro Alighieri di Ravenna per dirigere il concerto di gala, il momento in cui la loro vita professionale cambierà per sempre. Su TimVision, oltre ai 5 appuntamenti del docu-talent, saranno disponibili anche due appuntamenti con Riccardo Muti. Una sessione integrale con il maestro che accompagnandosi al pianoforte illustra aneddoti, storie ed elementi musicali di ‘Pagliacci’ e ‘Cavalleria Rusticana’ (il 24 dicembre) e il concerto da lui diretto di queste opere (il 31 dicembre).

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Endemol Shine Italy cede le quote di maggioranza in Yam112003 ai manager Corbetta (ceo), Bianchi, Pianca e Tousco

Endemol Shine Italy cede le quote di maggioranza in Yam112003 ai manager Corbetta (ceo), Bianchi, Pianca e Tousco

Chiesa sempre più social: una parrocchia su due ha Facebook; WhatsApp e Telegram i più gettonati per parlare ai fedeli

Chiesa sempre più social: una parrocchia su due ha Facebook; WhatsApp e Telegram i più gettonati per parlare ai fedeli

Nessuna censura per Osho, Facebook riattiva la pagina satirica. Federico Palmaroli: equivoco sul soprannome

Nessuna censura per Osho, Facebook riattiva la pagina satirica. Federico Palmaroli: equivoco sul soprannome