Google revoca il blocco sulle pubblicità politiche

Google mette fine al blocco sulla pubblicazione di annunci di carattere politico, dopo il blackout durato più di un mese e volto a limitare la diffusione di informazioni false e scorrette. A comunicare la decisione agli inserzionisti, effettiva da oggi, è stata la stessa Big G. Nello specifico, il gigante dei motori di ricerca ha riferito che revocherà la sua cosiddetta “politica sugli eventi sensibili” e consentirà la pubblicazione di annunci che menzionano un attuale candidato o funzionario federale o statale, partiti politici o votazioni.

La sede di Google a Mountain View (Foto Ansa – EPA/JOHN G. MABANGLO)

“Anche se non consideriamo più il periodo post-elettorale come un evento sensibile, continueremo a far rispettare rigorosamente le nostre norme sugli annunci, che vietano la diffusione di informazioni palesemente false che potrebbero minare in modo significativo la fiducia nelle elezioni o nel processo democratico”, si legge nella mail della società, ripresa dal Wall Street Journal.

Google non è l’unica tra le big tech ad aver preso questa decisione durante l’infuocata campagna elettorale statunitense. Nella stessa direzione si era mossa anche Facebook, che, a metà novembre ha deciso di prolungato il blocco sugli annunci politici per “un altro mese”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Perchè Da Grande ha fatto flop? Italia-Slovenia è stato il vero programma per cattelaniani

Perchè Da Grande ha fatto flop? Italia-Slovenia è stato il vero programma per cattelaniani

Nasce European Digital Media Observatory, osservatorio Ue contro le fake news

Nasce European Digital Media Observatory, osservatorio Ue contro le fake news

‘The Crown’, ‘Ted Lasso’ e ‘La Regina degli scacchi’ trionfano agli Emmy Awards

‘The Crown’, ‘Ted Lasso’ e ‘La Regina degli scacchi’ trionfano agli Emmy Awards