Editoria, il sottosegretario Martella: Recovery Fund e Next Generation Plan strumenti per far uscire il settore dalla crisi

“Fin da agosto ci siamo attivati per garantire al settore dell’editoria l’accesso al Recovery Fund, per predisporre un programma di investimenti a sostegno del rilancio”. Lo ha detto il sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega all’editoria, Andrea Martella. L’occasione il premio Nostalgia di Futuro 2020, dell’osservatorio Mediaduemila.

“Next Generation è una grandissima opportunità per il Paese e per il suo rilancio, ha spiegato, e deve esserlo anche per il settore editoriale che ha una sua rilevanza decisiva non solo in termini economici ma anche per quel principio di pluralismo scritto nella nostra costituzione”.

Andrea Martella (Foto Ansa)

“L’emergenza sanitaria ha mostrato quanto sia fondamentale una informazione attendibile e autorevole – ha aggiunto – il ruolo dell’informazione continua a essere essenziale per il semplice motivo che le persone hanno bisogno di sapere e conoscere, e per farlo devono poter contare su fonti e prodotti attendibili e autorevoli”.

All’evento ha anche preso parte il presidente Fieg, Andrea Riffeser Monti. “Siamo di fronte a un mutamento epocale. C’è un giornalismo distruttivo e un giornalismo costruttivo. Dobbiamo imparare a realizzare un giornalismo costruttivo, informare per costruire il benessere delle persone, tirando fuori il lato positivo delle persone e dei progetti”, ha spiegato. “Molti giornali si limitano a descrivere gli eventi, senza indicare una soluzione. Questo è il mutamento che dobbiamo fare, altrimenti l’informazione si limita al gossip. Serve un’informazione certificata, seria e costruttiva”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

America first e digital first. In Condé Nast Italia tagli e riorganizzazione: 26 esuberi su 69 giornalisti (direttori esclusi)

America first e digital first. In Condé Nast Italia tagli e riorganizzazione: 26 esuberi su 69 giornalisti (direttori esclusi)

Rai, Borioni e Laganà: nuova sede di Milano ha altissimo valore strategico, ma pressioni su vertici sono irrispettose

Rai, Borioni e Laganà: nuova sede di Milano ha altissimo valore strategico, ma pressioni su vertici sono irrispettose

Salini arrabbiato per il servizio “antieuropeista” trasmesso da ‘Anni 20’ su Rai2; in arrivo provvedimenti

Salini arrabbiato per il servizio “antieuropeista” trasmesso da ‘Anni 20’ su Rai2; in arrivo provvedimenti