Accordo tra Sky e Amazon, l’app Prime video arriva su Sky Q e Now Tv

Sky e Amazon annunciano una nuova partnership pluriennale che prevede dal 14 dicembre il lancio dell’app Prime Video di Amazon sui dispositivi Sky e NOW TV in Europa. Per la prima volta, inoltre, l’app NOW TV sarà disponibile sui dispositivi Fire TV.

Grazie a questa partnership, si legge in una nota, gli abbonati ad entrambi i servizi in Italia, Regno Unito, Irlanda, Germania e Austria avranno la possibilità di guardare in un’unica piattaforma tutte le pluripremiate serie TV del momento, i film e lo sport di Sky e Prime Video.

Stephen van Rooyen, EVP e CEO UK & Europe di Sky ha dichiarato: “Questo è un regalo di Natale che facciamo in anticipo ai nostri abbonati Sky Q che quest’anno sul box troveranno ad attenderli l’app Prime Video. Questo accordo inoltre, permetterà ad ancora più persone di accedere alla nostra app NOW TV attraverso i dispositivi Amazon Fire TV”.

Jay Marine e Maximo Ibarra

Maximo Ibarra, amministratore delegato di Sky Italia commenta: “Questa partnership rende molto più facile ai nostri abbonati trovare i contenuti che amano di più, semplificandogli la vita”.

“Con NOW TV in arrivo su Fire TV – i clienti in Italia non hanno mai avuto tanta scelta su cosa vedere, in qualunque modo lo stiano vedendo”, ha chiosato Jay Marine, Vice President, Prime Video Worldwide.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Endemol Shine Italy cede le quote di maggioranza in Yam112003 ai manager Corbetta (ceo), Bianchi, Pianca e Tousco

Endemol Shine Italy cede le quote di maggioranza in Yam112003 ai manager Corbetta (ceo), Bianchi, Pianca e Tousco

Chiesa sempre più social: una parrocchia su due ha Facebook; WhatsApp e Telegram i più gettonati per parlare ai fedeli

Chiesa sempre più social: una parrocchia su due ha Facebook; WhatsApp e Telegram i più gettonati per parlare ai fedeli

Nessuna censura per Osho, Facebook riattiva la pagina satirica. Federico Palmaroli: equivoco sul soprannome

Nessuna censura per Osho, Facebook riattiva la pagina satirica. Federico Palmaroli: equivoco sul soprannome