Rai, Borioni e Laganà scrivono a Foa e Salini su Netflix della cultura: rilevanza strategica. Serve chiarezza

I consiglieri Rai, Rita Borioni e Riccardo Laganà, hanno inviato una lettera al presidente Marcello Foa e all’amministratore delegato Fabrizio Salini, per chiedere una relazione, da discutere durante il prossimo Cda del 16 dicembre, sulla mancata partecipazione della Rai al progetto ‘Netflix della Cultura’.

In una nota congiunta Borioni e Laganà scrivono che “il progetto cosiddetto ‘Netflix della Cultura Italiana‘ con la partecipazione della direzione Rai Cultura purtroppo non è stato oggetto di alcun passaggio in consiglio di amministrazione, nemmeno a livello di comunicazione”. “Riteniamo che tale proposta istituzionale sia di rilevanza strategica per Rai e dunque anche di competenza del consiglio di amministrazione in virtù delle prerogative di indirizzo e controllo”.

Riccardo Laganà e Rita Borioni

“Invece, solo attraverso agenzie stampa si è potuto apprendere che il Mibact avrebbe formalizzato alla Rai la richiesta di prendere parte al cosiddetto progetto ‘Netflix della Cultura Italiana’ mediante un beauty contest indetto da Cassa Depositi e Prestiti al quale i vertici aziendali non avrebbero neppure formalmente risposto per motivi che abbiamo letto sempre attraverso un comunicato stampa”.

“Tramite lettera inviata qualche giorno fa abbiamo chiesto all’ad e al presidente di presentare ampia e dettagliata relazione sul tema durante il Cda previsto il 16 dicembre 2020 nella speranza si possa fare definitivamente chiarezza rispetto ad una vicenda ancora una volta davvero poco trasparente”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

I nuovi dati Ads sulla diffusione della stampa. Vendite e abbonamenti carta e digitali di quotidiani e settimanali a marzo, dei mensili a febbraio

I nuovi dati Ads sulla diffusione della stampa. Vendite e abbonamenti carta e digitali di quotidiani e settimanali a marzo, dei mensili a febbraio

TOP 15 GIORNALISTI più attivi sui social in aprile. Scanzi domina come sempre la classifica, seguito da Tosa e Porro

TOP 15 GIORNALISTI più attivi sui social in aprile. Scanzi domina come sempre la classifica, seguito da Tosa e Porro

Investimenti pubblicitari a marzo, +30,7%. Primo trimestre +3,4% ma senza digital è -1,4%. Nielsen: mancano 125 milioni al pre-Pandemia

Investimenti pubblicitari a marzo, +30,7%. Primo trimestre +3,4% ma senza digital è -1,4%. Nielsen: mancano 125 milioni al pre-Pandemia