Confcommercio accusa: preoccupati se Italia passa da gialla a rossa sulla base di fotografie e report giornalistici

“La cosa che mi preoccupa di più è che ieri sera sono andato al letto pensando che il giallo è il colore della libertà, mentre stamattina ho letto i giornali e c’era scritto Natale tutto rosso. Mi pare di aver capito che questo cambio di sentiment nelle nostre istituzioni sia dovuto non ad un algoritmo basato su dati empirici che eventualmente segnalava l’aumento dei contagi, ma sia basato su alcune fotografie e alcuni reportage giornalistici. Questo non mi dà alcuna tranquillità”. Lo dice Mariano Bella, responsabile del Centro Studi di Confcommercio, è stato ospite del programma “L’imprenditore e gli altri”, condotto dal fondatore dell’Unicusano Stefano Bandecchi su Cusano Italia Tv.

Mariano Bella

“Per quanto riguarda i consumi di dicembre, c’è da dire che nei primi 6 mesi del 2020 abbiamo avuto un aumento del risparmio forzoso. Liquidità nei conti correnti c’è e potrebbe essere spesa. Se il covid ci lasciasse un po’ di libertà e con la complicità del governo, potremmo avere delle belle sorprese da qui alla fine dell’anno. Ma mi pare che l’orientamento non sia questo”, afferma Bella.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Insulti sui social? Può scattare la diffamazione aggravata e si rischia fino a 3 anni di carcere

Insulti sui social? Può scattare la diffamazione aggravata e si rischia fino a 3 anni di carcere

<strong> Venerdì 15 e Sabato 16 gennaio </strong> Mannoia e De Filippi siglano il pari tra Rai e Mediaset

Venerdì 15 e Sabato 16 gennaio Mannoia e De Filippi siglano il pari tra Rai e Mediaset

TOP 100 INFORMAZIONE ONLINE di Audiweb. A novembre Corriere della Sera ancora primo davanti a Repubblica. Terzo è il Fatto Quotidiano

TOP 100 INFORMAZIONE ONLINE di Audiweb. A novembre Corriere della Sera ancora primo davanti a Repubblica. Terzo è il Fatto Quotidiano