- Prima Comunicazione - https://www.primaonline.it -

TOP 15 MEDIA ITALIANI SUI SOCIAL. A novembre Sky Sport si fa in cinque. Ciaopeople primo nei video con Cookist e Fanpage

Sky consolida il suo primato nella Top 15 dei media italiani sui social stilata da Sensemakers per Primaonline sulla base dei dati di Shareablee. In novembre Sky Sport è sempre in testa, come da 15 mesi a questa parte, cioè da quando è partita la rilevazione. La rete diretta da Federico Ferri ha totalizzato 33,2 milioni di interazioni (cioè like, commenti e condivisioni su Facebook, Instagram, Twitter e YouTube), 4 milioni in meno rispetto a ottobre, ma è presente in classifica anche con tre suoi canali, uno in più del mese precedente: quelli dedicati alla Formula 1 (3,9 milioni di interazioni), al Mondiale di motociclismo (3,4 milioni) e all’NBA, il campionato americano di basket (2,8 milioni).

Ma non è finita: in classifica c’è anche SkyTg24, il canale all news diretto da Giuseppe De Bellis, sempre molto seguito sui social, soprattutto in occasione di eventi speciali. Per le elezioni americane, per esempio, SkyTg24 ha unito le forze con  La Stampa e Repubblica e il giorno del voto, il 3 novembre, ha organizzato una maratona di 21 ore in diretta con la partecipazione di esperti ed editorialisti, dei corrispondenti dagli Usa e dei direttori delle tre testate, ottenendo un notevole riscontro.

Al secondo posto c’è Fanpage con 15,4 milioni di interazioni, 1,4 in più di ottobre. In novembre il quotidiano online diretto da Francesco Piccinini ha ottenuto un importante riconoscimento: Google l’ha inserito tra le ‘best case’ globali di video journalism. Grazie al supporto finanziario della Google News Initiative il giornale online di Ciaopeople MediaGroup ha sviluppato un sistema di live streaming sul suo canale YouTube che gli ha fatto superare i 2 milioni di iscritti e aumentare le entrate pubblicitarie del 55%. I video sono uno dei punti di forza di Fanpage, come conferma il dato sulle visualizzazioni: 49,6 milioni, più del doppio di SkySport (che però pubblica i suoi video solo su Facebook, non su YouTube).

Al terzo posto sale la Repubblica, che passa da 8,6 a 9,7 milioni di interazioni, superando Netflix, quarto con 9,5 milioni. Quinto è il Corriere della Sera, anch’esso in crescita, da  8,3 a 9,4 milioni. Nei tre posti successivi si confermano il social magazine femminile Freeda, il giornale satirico Lercio e Cookist, il magazine online di cucina di Ciaopeople, che ha il record assoluto delle video views, 143,3 milioni; il concorrente GialloZafferano, che fa parte del gruppo Mondadori, è secondo per numero di visualizzazioni: 50,6 milioni.

Torna in classifica, infine, al 15esimo posto, Libreriamo, la community online degli amanti dei libri e della cultura, fondata da Sara Trovato, sociologo ed esperto di comunicazioni di massa. Newton Compton ha pubblicato proprio in questi giorni il suo primo libro, ‘Perché diciamo così’, un dizionario sui modi di dire tipici delle varie culture.

Se Netflix si deve accontentare solo della quarta posizione nella classifica delle interazioni, in quella dei Best Performing Post si riscatta, aggiudicandosi ben nove dei dieci post più popolari e discussi del mese (vedi la seconda tabella). Al primo posto, con 302mila interazioni, una carrellata di baci tra Chloe Decker e Lucifer, i due protagonisti della serie tv statunitense tratta dai fumetti di Mike Carey.

Più varia la classifica dei Paid Partnership Post, cioè i contenuti pubblicitari (vedi la terza tabella). Su Facebook il record spetta a Fanpage con 35 post pagati da 21 sponsor che hanno generato 175mila interazioni; i risultati migliori li ha ottenuti un video dei The Jackal intitolato ‘Se il 2020 fosse andato bene’, sponsorizzato da Action Aids, onlus che promuove le adozioni a distanza. Su Instagram invece vince Freeda: i suoi 23 post sponsorizzati da 16 partner hanno ottenuto 448mila interazioni; il migliore è dedicato a P-touch Cube la nuova etichettatrice portatile wireless di Brother Italia.

cazzola@primaonline.it [1]