- Prima Comunicazione - https://www.primaonline.it -

Facebook e Google pronte ad aiutarsi nell’indagine antitrust avviata da 10 stati Usa

Alleanza tra big tech. Facebook e Google hanno accettato di “cooperare e assistersi a vicenda” nel caso in cui dovessero affrontare un’indagine sul loro ‘accordo’ per lavorare insieme nella pubblicità online. Lo riporta il Wall Street Journal a proposito di quanto emerso nell’ambito della causa intentata da 10 stati americani contro il colosso delle ricerche online la scorsa settimana [1].

Mark Zuckerberg (Fondatore Facebook) e Sundar Pichai (AD Google)

In particolare, sono finiti sotto accusa gli accordi sottoscritti da Google con Facebook, a partire dal 2018, con i quali sarebbero state dirottate inserzioni pubblicitarie privilegiando il social di Mark Zuckerberg a discapito della concorrenza. Google avrebbe usato il linguaggio di ‘Star Wars’ con nome in codice per l’accordo ‘Jedi Blue’.

Secondo quanto riporta il Wall Street Journal, che ha esaminato parte di una recente bozza della causa, Google e Facebook erano consapevoli che il loro accordo avrebbe potuto innescare indagini Antitrust e hanno discusso su come affrontarle assieme.

Un portavoce di Google ha riferito che questa tipologia di accordi relativi alle minacce antitrust è estremamente comune. “Le affermazioni degli stati sono imprecise. Non manipoliamo l’asta”, ha spiegato Big G, aggiungendo che l’accordo non era segreto e che Facebook partecipa ad altre aste pubblicitarie. “Non c’è niente di esclusivo nel coinvolgimento di Faceboo, né Facebook ìriceve dati che non siano resi disponibili in modo analogo ad altri acquirenti”.