Amazon in trattative con la F1 per trasmettere i Gran Premi in streaming su Prime Video

Continua l’interesse di Amazon per i diritti sportivi. Dopo essersi aggiudicata quelli per trasmettere in esclusiva le dirette delle partite di Champions League, il gigante dell’eCommerce sta puntando alla Formula Uno, con un accordo che le consentirebbe di portare la visione dei Gran Premi su Prime Video.

Ad aver reso note le trattative sarebbe stato l’ad uscente del circus, Chase Carey, che ha riferito al Financial Times di aver “avuto colloqui significativi con Amazon e altre piattaforme digitali globali”, aggiungendo che queste “rappresentanto dei potenziali partner incredibilmente importanti, nonché un’opportunità per ampliare e far crescere il nostro business”.

Jeff Bezos (LaPresse – Photo by Jim WATSON / AFP)

 

 

Le trattative arrivano in un momento in cui la F1 sta cercando di espandere il proprio pubblico, puntando ad attirare gli appassionati più giovani che trascorrono sempre più tempo a guardare lo sport online piuttosto che sulle reti Tv tradizionali.

Al momento Amazon non ha voluto rilasciare dichiarazioni sul tema. Attualmente la società si è assicurata i diritti per lo streaming delle partite della National Football League negli Stati Uniti, è tra le emittenti della Premier League inglese nel Regno Unito e all’inizio di questo mese ha dichiarato di volersi assicurare degli accordi per proiettare le più importanti partite di cricket in India.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Endemol Shine Italy cede le quote di maggioranza in Yam112003 ai manager Corbetta (ceo), Bianchi, Pianca e Tousco

Endemol Shine Italy cede le quote di maggioranza in Yam112003 ai manager Corbetta (ceo), Bianchi, Pianca e Tousco

Chiesa sempre più social: una parrocchia su due ha Facebook; WhatsApp e Telegram i più gettonati per parlare ai fedeli

Chiesa sempre più social: una parrocchia su due ha Facebook; WhatsApp e Telegram i più gettonati per parlare ai fedeli

Nessuna censura per Osho, Facebook riattiva la pagina satirica. Federico Palmaroli: equivoco sul soprannome

Nessuna censura per Osho, Facebook riattiva la pagina satirica. Federico Palmaroli: equivoco sul soprannome