Facebook chiude tre holding irlandesi (con regime fiscale agevolato) e riporta la proprietà intellettuale negli Usa

Facebook sta chiudendo le tre holding irlandesi dove usufruiva di un regime fiscale agevolato evitando di pagare tasse più pesanti in Usa e in numerosi altri Paesi. La notizia, riferita dal Times e dal Guardian è stata confermata da Facebook in una nota. La mossa, ha spiegato la società californiana, secondo quanto riporta il Times, riflette “i recenti e imminenti cambiamenti della legislazione fiscale” che i governi stanno attuando in vari Stati.

(Foto Ansa EPA/GIAN EHRENZELLER)

Secondo quanto riportano Times e Guardian, la principale filiale irlandese di Facebook avrebbe pagato 101 milioni di dollari di tasse su profitti di 15 miliardi nel 2018, ultimo anno per cui sono disponibili i dati. La Facebook International Holdings I Unlimited Company avrebbe registrato un fatturato di 30 miliardi di dollari nel 2018, più della metà del fatturato globale complessivo di Facebook, che è stato pari a 56 miliardi di dollari.

La decisione di chiudere le divisioni irlandesi e riportare la proprietà intellettuale negli Stati Uniti è arrivata dopo che l’Internal Revenue Service, l’agenzia governativa Usa deputata alla riscossione dei tributi, ha stabilito di portare Facebook in tribunale sostenendo che il social deve versare più di 9 miliardi di dollari, legati alla decisione del 2010 di trasferire i suoi profitti in Irlanda.

“Le licenze di proprietà intellettuale relative alle nostre operazioni internazionali sono state rimpatriate negli Stati Uniti”, ha dichiarato Facebook. “Tale cambiamento, che è entrato in vigore dal luglio di quest’anno, allinea al meglio la struttura aziendale con dove prevediamo di avere la maggior parte delle nostre attività e delle persone. Riteniamo che sia coerente con i cambiamenti recenti e imminenti della legislazione fiscale che i decisori politici stanno sostenendo in tutto il mondo”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Google, da Antitrust multa da 100 milioni di euro per abuso di posizione dominante. Big G: rispettosamente in disaccordo

Google, da Antitrust multa da 100 milioni di euro per abuso di posizione dominante. Big G: rispettosamente in disaccordo

Malagò confermato presidente Coni 2021-2024: ultimo mandato, non mi risparmierò. Gravina (Figc), contento che calcio torni in giunta

Malagò confermato presidente Coni 2021-2024: ultimo mandato, non mi risparmierò. Gravina (Figc), contento che calcio torni in giunta

TOP SQUADRE DI CALCIO SOCIAL, best post e paid post. Nel mese della Superleague, Juve in trend calante, Inter supera il Milan (domina paid post)

TOP SQUADRE DI CALCIO SOCIAL, best post e paid post. Nel mese della Superleague, Juve in trend calante, Inter supera il Milan (domina paid post)