Facebook chiude tre holding irlandesi (con regime fiscale agevolato) e riporta la proprietà intellettuale negli Usa

Facebook sta chiudendo le tre holding irlandesi dove usufruiva di un regime fiscale agevolato evitando di pagare tasse più pesanti in Usa e in numerosi altri Paesi. La notizia, riferita dal Times e dal Guardian è stata confermata da Facebook in una nota. La mossa, ha spiegato la società californiana, secondo quanto riporta il Times, riflette “i recenti e imminenti cambiamenti della legislazione fiscale” che i governi stanno attuando in vari Stati.

(Foto Ansa EPA/GIAN EHRENZELLER)

Secondo quanto riportano Times e Guardian, la principale filiale irlandese di Facebook avrebbe pagato 101 milioni di dollari di tasse su profitti di 15 miliardi nel 2018, ultimo anno per cui sono disponibili i dati. La Facebook International Holdings I Unlimited Company avrebbe registrato un fatturato di 30 miliardi di dollari nel 2018, più della metà del fatturato globale complessivo di Facebook, che è stato pari a 56 miliardi di dollari.

La decisione di chiudere le divisioni irlandesi e riportare la proprietà intellettuale negli Stati Uniti è arrivata dopo che l’Internal Revenue Service, l’agenzia governativa Usa deputata alla riscossione dei tributi, ha stabilito di portare Facebook in tribunale sostenendo che il social deve versare più di 9 miliardi di dollari, legati alla decisione del 2010 di trasferire i suoi profitti in Irlanda.

“Le licenze di proprietà intellettuale relative alle nostre operazioni internazionali sono state rimpatriate negli Stati Uniti”, ha dichiarato Facebook. “Tale cambiamento, che è entrato in vigore dal luglio di quest’anno, allinea al meglio la struttura aziendale con dove prevediamo di avere la maggior parte delle nostre attività e delle persone. Riteniamo che sia coerente con i cambiamenti recenti e imminenti della legislazione fiscale che i decisori politici stanno sostenendo in tutto il mondo”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Insulti sui social? Può scattare la diffamazione aggravata e si rischia fino a 3 anni di carcere

Insulti sui social? Può scattare la diffamazione aggravata e si rischia fino a 3 anni di carcere

<strong> Venerdì 15 e Sabato 16 gennaio </strong> Mannoia e De Filippi siglano il pari tra Rai e Mediaset

Venerdì 15 e Sabato 16 gennaio Mannoia e De Filippi siglano il pari tra Rai e Mediaset

TOP 100 INFORMAZIONE ONLINE di Audiweb. A novembre Corriere della Sera ancora primo davanti a Repubblica. Terzo è il Fatto Quotidiano

TOP 100 INFORMAZIONE ONLINE di Audiweb. A novembre Corriere della Sera ancora primo davanti a Repubblica. Terzo è il Fatto Quotidiano