Sessismo e tv. Le conduttrici del NY1 trovano un accordo col canale che le vuole sostituire con colleghe più giovani

Cinque conduttrici della rete tv via cavo newyorkese NY1 hanno accettato di dimettersi dopo aver raggiunto un accordo extragiudiziario con l’emittente che le voleva alla porta per sostituirle con colleghe più giovani e di minore esperienza. L’accordo di Capodanno chiude un’azione legale di mesi in cui le cinque anchor avevano accusato NY1 di averle trattate come “merce scaduta”.


Tra le cinque conduttrici – eta’ compresa tra i 40 e i 61 anni – c’è Roma Torre, la prima assunta nel 1992 dal canale che trasmette 24 ore su 24 notizie su New York. “Il 2020 è stato un anno di perdite, ed eccone un altra”, ha commentato su Twitter il governatore dello stato di New York, Andrew Cuomo.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Sospeso il progetto di fusione Audiweb e Audipress; stop ad Audicomm

Sospeso il progetto di fusione Audiweb e Audipress; stop ad Audicomm

Malagò (Coni): con calcio il nostro mondo è più forte, serve totale sintonia. Mio programma per le elezioni? Lo presenterò il 13 maggio

Malagò (Coni): con calcio il nostro mondo è più forte, serve totale sintonia. Mio programma per le elezioni? Lo presenterò il 13 maggio

Annunziata: Rai è un editore, ma un editore pubblico e rappresenta lo Stato; innegabile l’incidente nel caso Fedez

Annunziata: Rai è un editore, ma un editore pubblico e rappresenta lo Stato; innegabile l’incidente nel caso Fedez