Roberto Saviano lascia Repubblica e approda al Corriere: video inchieste, podcast, commenti (e una rubrica su 7)

Il Corriere della Sera annuncia l’arrivo di Roberto Saviano tra le grandi firme del quotidiano a partire dal 15 gennaio 2021. Così inizia una nota di via Solferino che annuncia l’arrivo dello scrittore e giornalista, dopo la sua uscita da Repubblica.

Saviano collaborerà con Corriere della Sera con commenti e importanti inchieste che prenderanno vita sulle pagine del giornale e con esclusive video inchieste online su corriere.it. Arricchirà inoltre la già ampia proposta di podcast tematici del quotidiano che raccontano l’attualità attraverso la voce e le parole dei suoi giornalisti.

Inoltre, curerà poi una nuova rubrica del settimanale 7.

Roberto Saviano (foto uff. stampa Discovery)

Roberto Saviano (foto uff. stampa Discovery)

“Al Corriere della Sera arriva un grande giornalista, un intellettuale, autore di inchieste coraggiose e di analisi di qualità sulla nostra società. Roberto Saviano darà un contributo rilevante all’ulteriore sviluppo del nostro sistema informativo, su carta e digitale, per un giornalismo sempre più serio, pluralista e indipendente”, ha dichiarato Luciano Fontana, direttore del Corriere della Sera.

“L’ingresso di Roberto Saviano tra le grandi firme di Corriere della Sera rafforza ulteriormente la già ampia offerta di approfondimento e di inchiesta del quotidiano e del settimanale 7. Un’informazione autorevole e di grande qualità riconosciuta dai nostri lettori che anche nel 2020 hanno confermato Corriere della Sera primo quotidiano in Italia in edicola e online, con oltre 29 milioni di utenti medi mensili e premiato l’intero sistema del quotidiano che ha registrato oltre 300 mila abbonamenti digitali.” – ha affermato Urbano Cairo, presidente e amministratore delegato di RCS MediaGroup – “A Roberto Saviano e a tutta la redazione i migliori auguri di buon lavoro.”

Roberto Saviano, 41 anni, napoletano, laureato in filosofia all’Università “Federico II” di Napoli, è scrittore, giornalista e sceneggiatore. Nei suoi scritti e articoli utilizza la letteratura e il reportage per raccontare la realtà economica, di territorio e d’impresa della Camorra e della criminalità organizzata in senso più generale. 

Proprio in seguito alle minacce di morte ricevute per la pubblicazione del suo romanzo-inchiesta  Gomorra, divenuto anche film pluripremiato sotto la direzione di Matteo Garrone e serie tv, Saviano dal 2006 è sottoposto a un severo protocollo di protezione che prevede che viva sotto scorta. 

Tra le opere successive: Il contrario della morte. Ritorno da Kabul; La bellezza e l’inferno; La parola contro la camorra; Vieni via con me; Supersantos; Zerozerozero; La paranza dei bambini; Bacio feroce; In mare non esistono taxi e, nel 2020, Gridalo.

Oltre a collaborare con le principali testate in Italia e all’estero, Roberto Saviano con Fabio Fazio, ha condotto programmi televisivi su La7 e Rai Tre. 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

America first e digital first. In Condé Nast Italia tagli e riorganizzazione: 26 esuberi su 69 giornalisti (direttori esclusi)

America first e digital first. In Condé Nast Italia tagli e riorganizzazione: 26 esuberi su 69 giornalisti (direttori esclusi)

Rai, Borioni e Laganà: nuova sede di Milano ha altissimo valore strategico, ma pressioni su vertici sono irrispettose

Rai, Borioni e Laganà: nuova sede di Milano ha altissimo valore strategico, ma pressioni su vertici sono irrispettose

Salini arrabbiato per il servizio “antieuropeista” trasmesso da ‘Anni 20’ su Rai2; in arrivo provvedimenti

Salini arrabbiato per il servizio “antieuropeista” trasmesso da ‘Anni 20’ su Rai2; in arrivo provvedimenti