Poste Italiane rileva il 40% Bnl Finance e sigla accordo con Bnl per la cessione del quinto dello stipendio o pensione

Poste Italiane e Bnl Gruppo Bnp Paribas hanno siglato un accordo quadro vincolante per il rafforzamento della partnership nella cessione del quinto dello stipendio o della pensione (cosiddetti “Crediti CQ”). Lo annuncia una nota in cui viene spiegato che l’accordo quadro prevede “l’acquisizione da parte di Poste Italiane di una partecipazione azionaria pari al 40% in Bnl Finance, società di Bnl Gruppo Bnp Paribas, leader nella cessione del quinto e delegazione di pagamento, con oltre 230.000 clienti e un portafoglio crediti pari a oltre 2,8 miliardi a fine 2020”. Lo schema dell’operazione prevede che l’ingresso di Poste Italiane nel capitale di Bnl Finance avvenga successivamente alla scissione, da parte della stessa in favore della controllante Bnl, delle attività fuori perimetro, costituite principalmente da circa 2 miliardi di crediti.

Come sottolinea una nota Ansa, Bnl Finance, in qualità di fabbrica di prodotto, distribuirà i propri Crediti CQ attraverso la rete degli Uffici Postali, sulla base di un accordo commerciale di durata decennale con Poste Italiane – Patrimonio BancoPosta, in continuità con l’accordo commerciale esistente, spiega ancora il comunicato. L’operazione è soggetta all’autorizzazione da parte delle autorità di vigilanza e il closing è previsto entro la fine del primo semestre del 2021.

“La partnership con BNL Finance, che ha portato Poste Italiane, insieme a uno dei principali gruppi bancari italiani come BNL, ad essere il primo player sul mercato della cessione del quinto e delegazione di pagamento, viene rafforzata con questa operazione, conferendo una maggiore capacità di definire il prodotto in base alle esigenze dei clienti di Poste Italiane, valorizzando così le sinergie tra la fabbrica prodotto e la rete distributiva di Poste Italiane. Il nostro modello – sottolinea Guido Maria Nola, responsabile BancoPosta – è centrato sulla distribuzione di prodotti di terzi che, nel caso dei finanziamenti, non ci espone ad alcun rischio di credito, ma ci permette di definire il prodotto migliore per i nostri clienti retail. L’obiettivo che ci siamo prefissati insieme a BNL è quello di far evolvere il mercato in termini di proposizione commerciale e di prodotto, creando benefici per i clienti in termini di migliori condizioni, pricing e massima trasparenza”.

Marco Tarantola, Vice Direttore Generale BNL e Responsabile Divisione Commercial Banking (sinistra) e Guido Maria Nola, responsabile BancoPosta.

“L’evoluzione di questa partnership con Poste Italiane dà nuova spinta alla comune attività sul fronte della cessione del quinto e delegazione di pagamento, che i clienti già apprezzano e da cui potranno trarre ulteriore beneficio. Tale operazione – commenta Marco Tarantola, Vice Direttore Generale BNL e Responsabile Divisione Commercial Banking – rappresenta, inoltre, un nuovo sviluppo della nostra strategia di alleanze sia con primari operatori finanziari, come Poste, sia di altre industry, per intercettare il più ampio range di bisogni quotidiani e progettualità dei clienti, cui rispondere in modo efficace, utile ed innovativo”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Juve, Real e Barcellona replicano alla Uefa:  Superlega avrà luogo quando sarà riconosciuta

Juve, Real e Barcellona replicano alla Uefa: Superlega avrà luogo quando sarà riconosciuta

Repubblica rivoluziona il lavoro in redazione. Dal 10 maggio spostato la mattina l’asse del giornale. Stop a “pigri automatismi”

Repubblica rivoluziona il lavoro in redazione. Dal 10 maggio spostato la mattina l’asse del giornale. Stop a “pigri automatismi”

Superlega. Accordo tra Uefa e 9 club per il reintegro. Juve, Real Madrid e Barça deferiti. Ceferin: club hanno riconosciuto loro colpa

Superlega. Accordo tra Uefa e 9 club per il reintegro. Juve, Real Madrid e Barça deferiti. Ceferin: club hanno riconosciuto loro colpa