Calcio, via libera all’ingresso dei fondi nella nuova media company tra una settimana

Sarà intorno al 20 gennaio l’assemblea che darà il via libera definitivo all’ingresso dei fondi Cvc, Advent e Fsi nel 10% della futura media-company della Lega Serie A, a fronte di un investimento di 1,7 miliardi di euro. Ieri i club di Serie A si sono riuniti in un hotel di Milano per tutta la giornata. È stato uno degli ultimi incontri per approfondire la proposta. Ormai mancano solo gli ultimi dettagli legali che saranno perfezionati dai tecnici nei prossimi giorni. L’appuntamento per la fumata bianca dovrebbe avvenire la prossima settimana. Un passaggio indispensabile per le casse di molte società che faticano a reggere il peso del pagamento degli ingaggi, in assenza di ricavi da stadio e con il flusso di liquidità normale mandato in crisi da mesi a causa del congelamento della rata di Sky Sport di maggio-giugno della passata stagione. In questi giorni è atteso anche il verdetto del Tribunale di Milano nella causa tra la pay-tv e la Lega.
Fr 48 ore si svolgerà l’assemblea chiamata a valutare le offerte pervenute in Via Rosellini per i diritti tv esteri della Serie A 2021-24. Sono arrivate 49 offerte nel termine previsto che scadeva ieri: 14 da agenzie e 35 da televisioni internazionali. Le buste saranno aperte oggi e discusse giovedì. C’è grande curiosità per capire come si sono comportati i broadcaster cinesi dopo le difficoltà incontrate da PPTV di Suning sul fronte dei diritti tv della Premier League (contratto risolto all’inizio dello scorso settembre). Dopo aver analizzato queste 49 offerte, il presidente Paolo Dal Pino e l’amministratore delegato Luigi De Siervo avvieranno le trattative dirette con l’area Medio Oriente e Nord Africa, dove la Serie A ha scelto di negoziare direttamente la cessione dei diritti tv, trattandosi della zona più interessante dal punto di vista economico.

Il referente principale è la pay-tv qatariota BeIn Sports. Il clima è diventato meno infuocato dopo la distensione tra Arabia Saudita e Qatar che, a livello di ripercussioni sportive, ha sminato il problema della pirateria da parte della piattaforma di Riad, BeOutQ, indirizzata contro l’emittente di Doha nell’ambito delle forti frizioni tra i due stati. Ma proprio nei giorni scorsi il clima politico è cambiato. Ne beneficerà anche la Serie A.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Gubitosi (Tim): lo spostamento del calcio dal satellite alla fibra velocizzerà il passaggio del clienti sulla Rete

Gubitosi (Tim): lo spostamento del calcio dal satellite alla fibra velocizzerà il passaggio del clienti sulla Rete

Minacce a Mattarella. Il prof Gervasoni indagato per vilipendio: è legittima critica; i social erano spazio di libertà, ora deriva liberticida

Minacce a Mattarella. Il prof Gervasoni indagato per vilipendio: è legittima critica; i social erano spazio di libertà, ora deriva liberticida

Il Parlamento Ue studia nuove norme anti Slapp, le azioni legali “bavaglio”: Importante rafforzare libertà dei media

Il Parlamento Ue studia nuove norme anti Slapp, le azioni legali “bavaglio”: Importante rafforzare libertà dei media